Infortuni sul lavoro: l’Ats convoca un vertice raccogliendo le istanze dei sindacati dopo il quinto morto in poco più di una settimana.

Infortuni sul lavoro: l’Ats convoca un vertice

Vertice dell’Azienda sanitaria territoriale dopo gli ultimi tragici episodi nelle fabbriche e nei cantieri della Brianza. Cinque morti in poco più di una settimana – quattro in provincia di Monza e Brianza e uno nella Brianza Lecchese – hanno indotto l’Ats a raccogliere l’appello delle organizzazioni sindacali e indire un vertice per fare il punto della situazione su un tema di drammatica attualità.

“Una piaga preoccupante”

“La situazione sul fronte degli incidenti sul lavoro sta prendendo una piega estremamente preoccupante con il quinto decesso in due settimane nel territorio della nostra Ats – ha sottolineato Emerico Maurizio Panciroli, direttore sanitario dell’Agenzia di Tutela della Salute di viale Elvezia, dopo la quinta tragedia, la  morte dell’operaio lissonese schiacciato da un muletto –   Per questo come Agenzia di Tutela della Salute, raccogliendo le istanze dei sindacati, abbiamo convocato per il 15 marzo una seduta straordinaria del Comitato Territoriale di Coordinamento, che include gli enti che effettuano a qualunque titolo vigilanza nei luoghi di lavoro e le parti sociali in rappresentanza delle aziende e dei lavoratori”.

Leggi anche:  Caso di tubercolosi a scuola in Valtellina

Appuntamento il 15 marzo a Desio

La seduta si terrà a partire dalle ore 9 del 15 marzo presso la sede di Desio di Ats Brianza in via Novara 6 ed avrà per oggetto la valutazione dell’andamento infortunistico e del monitoraggio richiesto dalle parti sociali, dell’attuale situazione di emergenza e degli interventi immediati da mettere in campo per la prevenzione da affiancare a quelli a medio-lungo termine.