Invasione di scarafaggi: residenti prigionieri in casa. Succede a Binzago di Cesano Maderno.

Invasione di scarafaggi: residenti prigionieri in casa

Prigionieri nelle loro case per colpa degli scarafaggi, chiedono al Comune di provvedere subito alla disinfestazione. Notti agitate, da quattro settimane, per le sedici famiglie della corte al civico 16 di via Manzoni a Binzago.

“Mai vista una cosa del genere”

“Mai vista una cosa del genere in vent’anni – assicura Alessandra Loiacono – E’ un’emergenza, una vera e propria invasione. Non ne possiamo più. Li vediamo ovunque: in cortile, sui muri, nei giardini, nei box, in taverna e in casa. Uno schifo”. I residenti si stanno tutelando in ogni modo, con insetticidi spray tradizionali e rimedi naturali come rosmarino e aglio a volontà vicino ad ogni finestra. Giovedì una ditta specializzata ha provveduto alla disinfestazione. Un intervento che gli abitanti temono però diventi inutile.

“Di notte non dormo tranquilla”

“Di notte non dormo tranquilla e devo tenere la luce accesa e le finestre chiuse – confida Morena Stagno – Appena cala il sole io e mio marito ci blindiamo in casa, ma mi rendo conto, visto il caldo che è scoppiato, che non possiamo continuare a farlo a lungo”. “Ci siamo subito mossi – spiega ancora Loiacono – per procedere con una disinfestazione privata degli spazi della corte, ma poi ci siamo accorti che questi “simpatici esserini” sbucano dai tombini, dagli scolmatori e dalle crepe lungo la via Manzoni e la via Leopardi”. Da qui la richiesta al Comune: “Per evitare di rendere vana la disinfestazione a pagamento che ci siamo sobbarcati nella nostra corte, il Comune deve assolutamente procedere con un lavoro in strada. Altrimenti saremo presto punto e a capo”.

Leggi anche:  Ponte di Paderno: iniziati i lavori alla galleria artificiale

La Lega: “Il Comune intervenga subito”

Esasperati, gli abitanti della corte si sono rivolti anche al capogruppo della Lega, Marina Romanò, che ha scritto una mail, al sindaco e all’assessore alla partita, al responsabile dell’Area tecnica comunale e al comandante della Polizia locale: “I cittadini che mi hanno contattato – così nella segnalazione – lamentano il rimpallo di competenze tra enti. Verificata la competenza comunale, si chiede un intervento di disinfestazione in quella zona, per non rendere vana quella fatta eseguire dai residenti all’interno della corte”. “Segnalazione ricevuta – rassicura l’assessore all’Ambiente, Salvatore Ferro – e con Brianzacque, che ha competenza sugli scarichi delle acque reflue, sono in corso verifiche per la gestione dell’intervento”.