La Croce Bianca, sezione di Besana Brianza, delegazione di Lesmo,  strizza l’occhio alla solidarietà. D’altronde bastano pochi ingredienti per divertirsi insieme e fare del bene.

Lo sanno bene i volontari del sodalizio lesmese che sabato sera hanno organizzato una cena “tartufata” nella sala Madre Teresa dell’oratorio di Peregallo.

Oltre 130 i commensali

Oltre 130 i commensali che hanno partecipato alla cena, contribuendo ad aiutare il sodalizio ad acquistare un broncoaspiratore portatile ed un elettrocardiografo autorefertante per la Lega del Filo d’oro di Lesmo.

Ma la cena è servita anche per raccogliere fondi per l’acquisto di un manichino elettronico per la formazione dei soccorritori della Croce Bianca, sezione di Besana Brianza.

Altre novità in vista per il sodalizio lesmese

Ma le novità per la Croce Bianca non finiscono qui. Infatti i volontari sono in procinto di cambiare sede, come ha confermato il primo cittadino Roberto Antonioli.

Si tratta, dicevamo, di un vero e proprio valzer di sedi di altrettanti sodalizi lesmesi che cambieranno casa per favorire il ritorno in città della Polizia locale.

La Polizia locale «sfratta» la Croce Bianca

La Polizia locale «sfratta» la Croce Bianca. No, non si tratta di nessun provvedimento amministrativo. Ma della nuova sede del comando di Polizia locale tra i Comuni di Lesmo, Camparada e Correzzana che, dal primo gennaio, si trasferirà in via Donna Rosa, nella vecchia casa del custode della scuola media, attualmente utilizzata come sede dalla Croce Bianca.

I vigili nella casa dell’ex custode della scuola media

La decisione è stata comunicata ufficialmente nei giorni scorsi dall’Amministrazione comunale che ha messo in cantiere un vero e proprio domino di sedi di diverse associazioni che operano in pese. Nelle intenzioni dell’Esecutivo guidato da Roberto Antonioli, dunque, i Vigili occuperanno gli spazi della Croce Bianca.

Leggi anche:  A Sulbiate è scoppiata la padel mania

Croce Bianca in via Lambro

A sua volta la Croce Bianca si sposterà nello stabile comunale di via Lambro, attualmente occupato da “Cuorincoro” e dal “Circolo delle auto d’Epoca”, che a loro volta hanno accettato di trasferirsi nei locali della vecchia scuola elementare di piazza Dante, già occupati da altri sodalizi.

“Ringrazio di cuore queste realtà che hanno accettato di trasferirsi, venendo incontro alle nostre esigenze in maniera da poter organizzare al meglio il servizio di Polizia locale”, ha sottolineato il sindaco Antonioli.

I ghisa torneranno in paese

Dunque a distanza di cinque anni i ghisa torneranno in paese. Infatti il 31 dicembre di quest’anno si scioglierà ufficialmente la convenzione che legava i Vigili dei comuni di Lesmo, Camprada e Correzzana con Usmate Velate. Trovata la sede e un accordo di massima tra i tre comuni, non rimane che mettere nero su bianco la nuova convenzione e di approvarla nei Consigli comunali.

E non ci sarà nemmeno l’obbligo di nominare un nuovo comanante. Infatti la normativa deroga ai servizi di Polizia locale che hanno meno di sette agenti la necessità di nominare un comandante. Basterebbe un responsabile di servizio.