La Gazzetta dello Sport ha incoronato Filippo Tortu. E’ lui l’uomo dell’anno secondo la Rosea. Il velocista di Costa Lambro (Carate) si è meritato il premio più ambito dei “Gazzetta Sports Awards”, il gran galà del più celebre quotidiano sportivo italiano che ha celebrato i migliori sportivi del 2018.

Filippo Tortu è l’uomo dell’anno

Sono stati gli Infront Studios di Milano ad ospitare la serata, giunta alla sua quarta edizione, condotta da Diletta Leotta.
Il giovane caratese, capace a giugno, a Madrid, di correre i 100 metri in 9”99 – meglio di qualsiasi altro connazionale prima di lui, anche di Pietro Mennea il cui record resisteva dal 1979 – ha battuto un’agguerrita concorrenza fatta da campioni con la “c” maiuscola: il golfista Francesco Molinari (primo italiano ad aver vinto un torneo major) e Alessandro Miressi (oro nei 100 metri stile libero agli Europei di nuoto a Glasgow).
Tortu re e Sofia Goggia regina. Alla discesista bergamasca, infatti, è andato per il secondo anno consecutivo il riconoscimento per la migliore donna del 2018.

Gli altri campioni sul podio

Ecco gli altri premiati: Nazionale italiana di  pallavolo femminile (squadra dell’anno), Massimiliano Allegri (allenatore dell’anno), Bebe Vio e Oney Tapia (atleta paralimpico dell’anno), Mauro Icardi (performance dell’anno), Elia Viviani (exploit dell’anno), Simona Quadarella (rivelazione dell’anno), Francesco Bagnaia (promessa dell’anno) : Francesco Bagnaia (promessa dell’anno), Paolo Maldini, Vincenzo Nibali, Christian Vieri (leggende).