L’11 agosto del 1923 le squadre fasciste assassinarono il monzese Carlo Cattaneo. A distanza di 95 anni è stata quindi celebrata, proprio questa mattina, la cerimonia in memoria di quel tragico evento in viale Vittorio Veneto.

Carlo Cattaneo: un monzese per la libertà

I vertici dell’Anpi, coordinati dall’instancabile Egeo Mantovani, hanno quindi voluto posare una corona d’alloro davanti alla stele che ricorda l’omicidio di Cattaneo.

Alla commemorazione hanno anche partecipato i nipoti e i pronipoti del martire antifascista cui è dedicato il circolo operaio di viale Vittorio Veneto.

Ai neofascisti di oggi diciamo dunque che la storia non si ripeterà e che il popolo vigilerà sulla Costituzione repubblicana nata proprio dalla Resistenza partigiana al fascismo.

Queste le parole di Mantovani, memoria storica dell’Anpi e che visse in prima persona la lotta partigiana. Commossi i parenti di Cattaneo che, come da tradizione, non sono quindi mancati alla commemorazione.

Le immagini

La notizia sul Giornale di Monza in edicola da martedì 14 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA