La Pro loco premia Giovanni Antona Traversi. A lui è andato il “Premio Meda 2018”, un premio alla passione, alla cultura e all’impegno, un riconoscimento da parte di tutti i medesi per la dedizione e l’entusiasmo con cui custodisce Villa Traversi e la rende fruibile dai cittadini.

Il Premio Meda a Giovanni Antona Traversi

Il prestigioso riconoscimento gli è stato conferito mercoledì 10 ottobre in sala civica “Radio” durante una serata ricca di ricordi ed emozioni, grazie alla proiezione di immagini sulla storia di Villa Traversi a cura di Paolo Galimberti e a coinvolgenti intermezzi musicali portati in scena dal Corpo musicale “La Cittadina”. Il presidente della Pro loco Eugenio Boga ha ricordato l’importanza di questo premio, che anni fa era stato assegnato anche al padre di Giovanni, l’indimenticato Luigi Antona Traversi. L’amico Antonio Galimberti ha quindi raccontato la vita di Giovanni, sottolineando il suo stesso entusiasmo e la stessa modernità del padre nel valorizzare e divulgare il patrimonio artistico e culturale della Villa e la storia di Meda.

Il sindaco: “Sei il custode della memoria”

E’ stato infine il sindaco Luca Santambrogio a conferire il premio, uno splendido pannello con un intaglio d’argento realizzato da Alessandro Castelli, a Giovanni Antona Traversi. “Tu sei il custode della memoria, sei il fulcro della nostra città – ha detto il primo cittadino – Tanti eventi realizzati in altri luoghi di Meda non rendono come quando sono ospitati nella Villa, e non solo per la bellezza delle sale, ma anche per la cura con cui tu e la tua famiglia la custodite. Spero che questo premio sia uno sprone ad andare avanti e a dare il tuo tocco di modernità nella gestione della Villa”.

Leggi anche:  "Impulsi - Sostenibilità e solidarietà", a Meda nasce un nuovo movimento politico

SERVIZIO COMPLETO SUL GIORNALE DI SEREGNO IN EDICOLA E ONLINE DA MARTEDI’ 16 OTTOBRE 2018