Il corso di Turismo quadriennale all’istituto superiore Martino Bassi partirà regolarmente. Si è conclusa con un lieto fine la vicenda dei 18 studenti iscritti al primo anno del nuovo indirizzo sperimentale dell’istituto Martino Bassi. Il corso, cancellato a un mese dall’inizio dell’anno scolastico, è stato infatti ripristinato in extremis e lunedì i ragazzi potranno iniziare le lezioni.

Genitori e studenti hanno passato un mese da incubo

Gli studenti e i loro genitori possono così tirare un sospiro di sollievo dopo aver passato un mese di grande incertezza sul loro futuro. Il caso del Bassi era esploso a inizio agosto quando alle famiglie era arrivata una lettera della scuola in cui si diceva che l’ufficio scolastico provinciale aveva ritirato il nulla osta all’avvio della classe sperimentale. Il motivo? Non era stato raggiunto il numero sufficiente di 22 iscritti per far partire il corso. Peccato però che al momento dell’iscrizione ai genitori non era stato detto che servisse un numero minimo, tanto che nessuno degli studenti aveva effettuato una seconda iscrizione alternativa.

Il nulla osta è arrivato a quattro giorni dall’inizio delle lezioni

Da allora i genitori hanno cominciato una battaglia a suon di lettere scritte alla scuola, all’Ufficio scolastico provinciale e al Ministero dell’Istruzione. La vicenda è approdata anche in Regione con un’interrogazione urgente presentata dal consigliere della Lega Alessandro Corbetta. Ed è anche finita sulla scrivania del ministro.  Alla fine la tenacia dei genitori, che lamentavano danni psicologici per i loro figli, è stata premiata. Dopo ulteriori colloqui con le istituzioni scolastiche, ieri, giovedì, è arrivato il tanto atteso nulla osta all’avvio del nuovo indirizzo di studio.