L’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia organizza un incontro a Monza sul tema dell’eroismo. Obiettivo è spiegare il significato della parola spesso banalizzata o dimenticata.

L’incontro dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia

Nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della 1° Guerra Mondiale, la sezione di Monza dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia, organizza un incontro pubblico sul tema dell’eroismo.

La serata si terrà venerdì 16 novembre alle 21 in via Santa Maddalena a Monza.

Partendo dal ricordo di alcuni tra i più fulgidi esempi di eroi italiani della storia italiana – fanno sapere dall’Associazione – lo scopo della conferenza è quello di spiegare il significato della parola “Eroe”, spesso banalizzata e privata del suo originale significato nelle cronache giornalistiche odierne. O, al contrario, messa nel dimenticatoio assieme a termini come Patria. Si vorrebbe chiarire come si possa ancora cercare di essere “eroi” nel senso originale del termine anche nella vita di tutti i giorni, abbracciando uno stile di vita illuminato dall’etica del Dovere.

Relatori e ospiti

Tra i relatori il Generale Marco Bertolini, presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia a cui, la brillante carriera militare e l’eredità di un padre “folgorino” di El Alamein, hanno conferito l’esperienza e i “gradi” per poter essere di esempio per i giovani.

Leggi anche:  Mani in pasta per cucinare all'oratorio di Ronco

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune di Monza, vedrà la presenza anche di diverse autorità militari e civili.

“La sezione di Monza – conclude la nota dell’Associazione – è orgogliosa di poter promuovere questo evento che va oltre il seppur già importante obiettivo di ricordare ancora una volta chi per la Patria ha sacrificato la propria vita. Si augura inoltre che questo possa essere motivo per una “presa di coscienza” e per l’inizio di una nuova ricerca di ideali, da troppo tempo messi da parte quando non ignorati e vilipesi”.