Lavoratori pubblici e contratti, la protesta dell’Unione sindacale di base a Monza. I referenti hanno piazzato una carriola ai piedi del Municipio in piazza Trento e Trieste. “Con la carriola per portare a casa tutti i nostri soldi del contratto”.

Lavoratori pubblici e contratti, la protesta dell'Unione sindacale

Lavoratori pubblici e contratti

Dopo quasi dieci anni di blocco contrattuale per i lavoratori delle pubbliche amministrazioni si è arrivati il 21 febbraio alla firma di un’ipotesi di contratto collettivo nazionale delle funzioni locali. Ma se Cgil, Cisl, Uil e Csa hanno approvato l’ipotesi di contratto, l’Unione sindacale di base si dissocia. E a Monza, i delegati hanno portato una carriola ai piedi del Municipio, per manifestare il proprio dissenso. “Con la carriola per portare a casa tutti i nostri soldi del contratto”, si legge su un cartello affisso sulla porta del Palazzo in piazza Trento. “Questo contratto si limita a elargire misere mancette preelettorali – hanno spiegato i referenti – Ma è anche un arretramento sul piano dei diritti e la prosecuzione dell’accanimento normativo contro i lavoratori pubblici”.

Leggi anche:  "Raggiunta l'immunità di gregge per quasi tutte le vaccinazioni obbligatorie"

La situazione a Monza

L’ipotesi di contratto è stata siglata il 21 febbraio, ma non è ancora entrata in vigore. “Questa bozza è inaccettabile – hanno dichiarato i portavoce, Tiziana Viganò e Gianni Romano – Chiediamo alla Giunta di non prenderla in considerazione. Per diversi motivi. Prima di tutto l’articolo dieci esclude dalla contrattazione di secondo livello le organizzazioni sindacali che non hanno firmato l’ipotesi di Ccnl. E poi perché nell’ipotesi si darebbe il via a un vero e proprio mercato delle ferie: i lavoratori potrebbero donare le proprie ferie ad altri. E vorremmo chiedere alla Giunta di far luce sul regolamento dei buoni pasto. L’ultimo approvato prevede un innalzamento del valore dei tickets dai 5.68 ai sette euro. Sebbene questo regolamento sia già in vigore, a Monza non viene applicato”.