Le regole da rispettare in piazza San Vito a Lentate sul Seveso le hanno decise gli studenti della scuola media «Da Vinci».

Ecco le cinque regole per «Vivere l’agorà»

Si può circolare in bicicletta ma non sul sagrato della chiesa, giocare con il pallone lontano dalla strada e dalle finestre, non urlare o tenere la musica alta la sera tardi o durante le celebrazioni, mantenere la piazza pulita utilizzando gli appositi cestini e sedersi i maniera adeguata sulle panchine. Sono le cinque regole per «Vivere l’agorà» pensate dal Consiglio comunale dei ragazzi della scuola media «Da Vinci» per una fruizione corretta e rispettosa di piazza San Vito. Il cartello con le norme è stato inaugurato giovedì sera, alla presenza del sindaco Laura Ferrari, che all’inizio dell’anno ha proposto questo progetto ai ragazzi, degli assessori e dei baby-amministratori Matteo Arnaboldi (sindaco), Alessia Musumeci (assessore al Benessere), Francesco Terraneo (assessore all’Accoglienza) e Pietro Pescatore (assessore all’Ambiente).

Un progetto per migliorare la vivibilità della piazza

Prima di mostrare il frutto del loro lavoro il sindaco in sala «Mauri» ha spiegato il perché di questa iniziativa: «Con il periodo estivo e la chiusura della piazza nascono delle problematiche legate al decoro e alla sicurezza, che già l’anno scorso i cittadini ci avevano segnalato. Per questo a settembre ho proposto questa idea ai ragazzi, ovvero di formulare delle regole che i loro coetanei devono rispettare per migliorare la vivibilità dell’area». Un invito raccolto con entusiasmo, come ha confermato il baby sindaco: «Prima abbiamo fatto un sopralluogo, poi abbiamo preparato delle regole per garantire un equilibrio tra la voglia dei nostri coetanei di stare in piazza e l’ordine e la sicurezza».