L’iguana abbandonata è stata notata da un passante che camminava nel parco

L’iguana Tiziano adottata dopo circa tre mesi dal suo “abbandono” nel Parco delle Groane

Questa estate, precisamente il 3 agosto, un cittadino che stava facendo una passeggiata nel Parco delle Groane in zona Bollate, ha notato su un albero un animale “non comune” per quelle zone. Ha subito avvisato i Vigili del Fuoco che hanno passato la chiamata alla Polizia Locale del parco. L’iguana, probabilmente abbandonata da qualcuno, è stata portata all’ENPA di Monza per verificarne le condizioni di salute. Successivamente l’Enpa ha fatto girare volantini e annunci per tentare di ritrovare i legittimi proprietari del rettile, sperando che Tiziano – così è stata chiamata l’iguana – si fosse perso e non fosse stato abbandonato. Purtroppo nessuno l’ha “reclamato”. E’ quindi scattato il piano adozione: i volontari ENPA non sono rimasti certo ad aspettare. Su suggerimento del Commissario della Polizia del Parco delle Groane, hanno contattato l’Oasi di Sant’Alessio nel Pavese e hanno preso accordi per il suo trasferimento nel bellissimo centro che accoglie e, ove possibile, reintroduce nel proprio ambiente naturale specie “a rischio”.

Leggi anche:  Da Turate al Parco delle Groane per comprare la droga: denunciati

Parco delle Groane

La trafila burocratica

Il “trasloco” non è stato affatto semplice, a causa del complesso iter burocratico. Finalmente, dopo due mesi, con la documentazione completata e in regola, è arrivato il grande giorno: sabato 21ottobre, le volontarie Lisa e Vittoria hanno portato Tiziano a Sant’Alessio con Vialone (PV), dove, dopo un periodo iniziale in isolamento per permettergli di ambientarsi,  verrà trasferito in un ambiente più spazioso assieme ad altri suoi simili.

Oggi il caso dei cani maltrattati

Sempre l’Enpa di Monza oggi ha diffuso la notizia di tre recenti interventi da parte del Nucleo Anti-maltrattamento. Ecco di cosa si tratta