Martiri di Fossoli, i partigiani monzesi ricordano Passerini

Martiri di Fossoli, alla commemorazione Egeo Mantovani

A rendere omaggio al brianzolo Antonio Gambacorti Passerini, fucilato nel luglio del 1944 a Fossoli insieme ad altri 67 condannati, c’era anche Egeo Mantovani. Ex partigiano monzese, ha preso parte alla commemorazione di questa mattina organizzata dall’ANPI – Associazione naionale Partigiani d’Italia – sottolineando l’importanza di non dimenticare le vittime del fascismo. Insieme a Mantovani che proprio oggi compie 96 anni anche l’ex Sindaco Roberto Scanagatti del partito Democratico.

Martiri di Fossoli
Egeo Mantovani davanti alla lapide in via Passerini

La storia di Passerini in breve

Da sempre ostile al fascismo, Passerini, di cui oggi ricorre il 73esimo anniversario dalla morte, viene ricordato per aver fatto parte del gruppo “Fronte d’azione antifascista” che gia dal 1942 stampava il foglio clandestino “pace e libertà” a cui collaboravano attivamente socialisti, comunicsti e cattolici.

Il brianzolo Passerini fu anche protagonista delle manifestazioni del 25 luglio 1943 oltre che uno dei primi a organizzare una forma di guida della città dopo la caduta del regime e l’inizio della Resistenza dopo l’armistizio.

Leggi anche:  Troppo mercurio nel pesce smeriglio: ritirato dal mercato

Arrestato dai fascisti fu inviato, dopo un breve periodo di tempo, al “Campo di transito” di Fossoli, in provincia di Modena. Il 12 luglio del 1944 insieme ad altri 67 condannati – tra cui anche 7 brianzoli – fu portato al poligono di tiro di Cibeno e fucilato.

 

Il video della commemorazione

Ecco un breve passaggio della commemorazione