Mercatone Uno, le richieste dei lavoratori a Regione Lombardia. Grande mobilitazione, ieri pomeriggio a Milano, dei lavoratori dei sette punti vendita della Lombardia rimasti senza lavoro per il fallimento della Shernon Holding.

Mercatone Uno, le richieste dei lavoratori a Regione Lombardia

Erano oltre duecento, ieri, lunedì 10 giugno, in via Filzi a Milano, i lavoratori di Mercatone Uno al presidio sotto le finestre di Regione Lombardia mentre era in corso l’audizione alla IV commissione Attività produttive presieduta da Gianmarco Senna. Tra i lavoratori in trasferta anche gran parte dei 52 del punto vendita di Cesano Maderno, rimasti senza lavoro più di due settimane fa come i 1800 colleghi in tutta Italia. Con loro Matteo Moretti, segretario Filcams Cgil Monza e Brianza, che spiega così le richieste avanzate:

“Attendiamo una convocazione urgente al Mise”

“Abbiamo proposto ai capigruppo di approvare in Consiglio regionale una mozione urgente che preveda l’impegno del presidente Attilio Fontana e del consiglio tutto su temi precisi: sollecitare il ministero dello Sviluppo economico per attivare la cassa integrazione straordinaria retroattiva dalla data del fallimento del 24 maggio, far sì che il passaggio dei lavoratori in amministrazione straordinaria avvenga alle condizioni contrattuali precedenti la cessione a Shernon Holding, attivare la sospensione dei mutui e ripristinare lo strumento dell’anticipazione sociale che consente di avere un reddito in attesa del pagamento degli ammortizzatori sociali”. “Attendiamo una convocazione urgente al Mise”, aggiunge Moretti.

Leggi anche:  Violenza sulle donne, insediato il tavolo regionale permanente