Metro a Monza | Il Governo apre: “Le risorse ci sono, ma i tempi sono lunghi”. Si è espresso in questi termini il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, davanti ala platea di industriali riuniti per la presentazione di Top 500+. Gianmarco Corbetta, M5S”: “Stop alle strumentalizzazioni”.

Metro a Monza

I soldi per il prolungamento della linea 5 della metropolitana verso Monza ci sono. Il nodo da sciogliere, semmai, non riguarda le risorse, ma i tempi di realizzazione dell’ambizioso progetto. Si è espresso in questi termini il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, davanti ala platea di industriali riuniti per la presentazione di Top 500+, lo studio di Assolombarda con PwX per fotografare le performance delle migliori aziende del territorio. “La politica deve essere messa nelle condizioni di decidere – ha spiegato – Anche se firmassi adesso l’emendamento per la metro, passerebbero nella migliore delle ipotesi almeno tre anni e mezzo per vedere l’avvio del cantiere. Tempi troppo lunghi per le imprese”.

Gianmarco Corbetta, M5S

Sulla vicenda è intervenuto anche il Senatore del M5S, Gianmarco Corbetta, spostando il dialogo su un aspetto più politico. “Sala e Allevi – ha dichiarato Corbetta – fanno credere ai cittadini che l’erogazione dei 900 milioni dipenda dall’umore del ministro quando si sveglia alla mattina; ma la realtà, che si guardano bene dal raccontare, è totalmente diversa. I soldi per le nuove metropolitane, pari a 2500 milioni di euro sono già stati stanziati dal precedente governo e, attraverso un bando, saranno destinati ai migliori progetti in termini di rapporto costi/benefici e utenti potenzialmente serviti; non certo in base a chi, tra i sindaci, fa la voce più grossa!”. Il senatore del M5S ha precisato che la maggioranza di Governo “farà il possibile per cercare di aumentare le risorse destinate al bando, pur nelle ristrettezze del bilancio statale; ma è evidente come i continui appelli dei due sindaci al Ministro Toninelli siano del tutto strumentali.” “È solo un modo – ha concluso Corbetta – per mettere le mani avanti e accusare il M5S del loro eventuale fallimento. Sala e Allevi dovrebbero piuttosto assicurare ai cittadini di aver prodotto il miglior progetto possibile per vincere il bando e realizzare finalmente questa benedetta metropolitana che tutti attendono ormai da 40 anni”.