Monza Rally Show | Uno spettacolo da non perdere. La kermesse motoristica dell’anno andrà in scena il prossimo fine settimana al Monza Eni Circuit.

Monza Rally Show

Si scaldano i motori per l’immancabile appuntamento con le quattro ruote da rally che si daranno battaglia, sul nastro d’asfalto del Monza Eni Circuit. Un evento unico nel suo genere, fin d quando nel lontano 1978 i gestori dell’impianto decisero di regalare agli spettatori le emozioni delle prove speciali. La tradizione, nel tempo, si è ovviamente rinnovata, e negli anni scorsi ha arricchito la sua offerta, con eventi e iniziative collegati che hanno portato più di 55mila amanti dei motori in Autodromo a Monza. Un pubblico appassionato che continua a crescere anche grazie alla partecipazione alle gare non solo di piloti da rally, ma anche di driver di altre categorie. Primo tra tutti “The Doctor” Valentino Rossi, il pluricampione del mondo delle due ruote per cui è del tutto inutile ogni tipo di presentazione. La folla per accoglierlo in occasione della scorsa edizione, in piazza Trento Trieste, era oceanica, e c’erano persone che hanno atteso ore pur di guadagnarsi un posto in prima fila per un autografo o un selfie. E lui, il fuoriclasse di Tavullia, non si è tirato indietro, concedendosi ai suoi fans. Ma non solo. Occhi puntati sul pilota brianzolo Marco Bonanomi, che l’anno scorso ha entusiasmato la folla con il suo terzo piazzamento sul podio al Monza Rally Show. Al termine delle competizioni a Monza, il pilota, aveva promesso che anche per questa edizione si sarebbe presentato sul tracciato del Monza Eni Circuit… con la voglia di migliorare il piazzamento della scorsa edizione. L’attenzione riservata al Monza Rally Show dai media internazionali, poi, ha reso la gara un appuntamento ormai classico anche nel panorama motoristico mondiale. Tre giorni di passioni e adrenalina, quindi, dalle 9 del 6 dicembre alle 19 del 9 dicembre. Prima di archiviare definitivamente questo 2018, star del rally e non solo prenderanno parte al Monza Rally Show. L’evento che si tiene sul circuito brianzolo il week-end di Sant’Ambrogio è un vero festival per piloti e fan e il classico appuntamento che chiude la stagione motoristica. E quest’anno si ripresenta con tante novità, a partire dal layout usato per le prove fino all’entry list che si presenta più ricco che mai.

Leggi anche:  Risorse per la M5, Dario Allevi "Fatto storico. Monza attendeva da decenni questo sì"

Ecco le novità dell’edizione 2018

Saranno nove le prove speciali che i piloti affronteranno per un totale di 144 chilometri: si comincia venerdì con lo shakedown e le prime due speciali “Monza 1” e “Roccolo 1”. Poi si continua a derapare sabato con le quattro speciali “Parabolica 1”, “Autodromo”, “Parabolica 2” e la “Grand Prix 1”, lunga 44 chilometri (27 per le storiche). Domenica si chiude con le tre speciali “Grand Prix 2”, “Roccolo 2” e “Monza 2” e infine nel pomeriggio il Masters Show. La novità di questa edizione è la pedana jump nel rettilineo che verrà usata in alcune speciali e nel Masters Show. Saranno oltre 120 gli equipaggi tra WRC, R5, R3, R2 e auto storiche. Tra i nomi di spicco quello di Valentino Rossi che, affiancato da Carlo Cassina, cercherà la settima vittoria in Brianza. Tra gli altri concorrenti ci sono anche il campione motocross Tony Cairoli e Marco Bonanomi, che lottò con Rossi per la vittoria nell’edizione dell’anno scorso. E poi ci sono anche Paolo Andreucci, Yathes Rhys, Chad Reed, Marco Spinelli, Luca Rossetti e il giovane Aku Pellinen. Un’altra novità è l’area per i fan allestita nei paddok con tante attività extra. I biglietti sono ancora in vendita e si possono acquistare all’Autodromo e online fino al 6 dicembre per il prezzo di 25 euro l’uno (poi sarà a 30). Sono previsti sconti per gli under 17, gli over 65 e i soci ACI.