“Le imprese mafiose corrotte rovinano la vita di centinaia di imprese in regola e di migliaia di famiglie per le quali legalità vuol dire sviluppo”

Le parole del vicepresidente di Assolombarda

A poche ore dal maxi blitz avvenuto all’alba di oggi –  24 arresti, tra cui il sindaco di Seregno Edoardo Mazza e un dipendente della Procura di Monza, Giuseppe Carello – nell’ambito di un’inchiesta su infiltrazioni della ‘ndrangheta nel mondo dell’imprenditoria e della politica in Lombardia interviene il vicepresidente di Assolombarda Antonio Calabrò.

Le sue parole 

Questa nuova maxi operazione antimafia conferma l’importanza di tenere alta la guardia contro la presenza di criminalità organizzata, appalti illeciti e corruzione” – afferma Calabrò. “La battaglia per la legalità, sostenuta da anni da Assolombarda, è fondamentale per la competitività di un sano sistema economico e sociale. Le imprese mafiose corrotte rovinano la vita di centinaia di imprese in regola e di migliaia di famiglie per le quali legalità vuol dire sviluppo. Assolombarda è pienamente consapevole della presa crescente delle cosche mafiose a Milano e in Lombardia e dei rischi ai quali espone le imprese che, per crescere, devono stare su un mercato ben regolato e trasparente.”