Quante volte i cittadini si sono lamentati che i politici guadagnano troppo? Ecco, al Comune di Monza si può dire che è vero.  Gli amministratori che erano in Consiglio comunale sotto la passata legislatura, hanno ricevuto in busta paga più del dovuto. Ma come è successo?

L’errore

Si è trattato di un errore del software che effettua i pagamenti agli amministratori. “In seguito ad alcune modifiche introdotte dalla ditta fornitrice del software – si legge nella lettera mandata ai consiglieri comunali in settimana – nell’erogazione del cosiddetto bonus di 80 euro, si sono erroneamente estesi alla gestione degli Amministratori”. In pratica, del bonus Renzi hanno beneficiato al Comune di Monza pure i politici. Questa anomalia ha quindi portato a dei versamenti maggiorativi.

Fino a 400 euro in più

In pratica nelle buste paga di maggio 2017 dei consiglieri sono stati impropriamente erogati importi pari al bonus Irpef 2017 in base al reddito percepito da gennaio a maggio. Che – in alcuni casi – ha significato anche 400 euro in più nelle tasche dei politici. A renderlo noto sui social network è stato il consigliere comunale Marco Lamperti (Pd) che ha ironizzato sul fatto che si fosse scoperto il problema proprio il giorno del Black Friday.

Leggi anche:  Al San Gerardo una cena di beneficenza per realizzare la sala operatoria "del futuro"

Devono restituirli

Adesso si apre il problema di come recuperare i soldi erroneamente erogati in più. Ma gli uffici comunali non si sono fatti scrupoli. Per coloro che siedono ancora in Consiglio Comunale, come Lamperti stesso, le somme verranno detratte dalla busta paga di novembre e dicembre 2017. E per chi non è più amministratore che si fa? Le scelte sono due: o regolarizzare la posizione in fase di compilazione della dichiarazione dei redditi  oppure mediante versamento alla Tesoreria comunale. Entro il 15 dicembre tutti i politici coinvolti devono far sapere al Comune come intendono procedere. Ma qualora non arrivasse il versamento entro il 31 gennaio 2017, il Comune farà riferimento all’Agenzia delle Entrate per comunicare del bonus impropriamente percepito.