Palio degli Zoccoli: storica impresa per San Pietro al Dosso. La rievocazione della battaglia di Desio del 1277 tra Torriani e Visconti ha tagliato il traguardo dei trent’anni.

Palio degli Zoccoli: storica impresa per San Pietro al Dosso

Non era affatto scontato, eppure è successo di nuovo. San Pietro al Dosso, come una certa squadra di Serie A, è la prima contrada a riuscire nella storica impresa di raccogliere ben sette successi consecutivi. Non sono bastati né il ritiro di Francesco Graffeo e l’arrivo di Luca Ferrario, né l’inversione del senso della corsa (antiorario per la seconda volta dal 1989) per fermare gli ormai leggendari neroverdi, determinati più che mai a raggiungere ancora una volta il gradino più alto del podio. La gara, a differenza di quello che si può pensare leggendo il risultato, è stata però una delle più avvincenti degli ultimi anni.

Palio degli Zoccoli

Gli altri gradini del podio

Solo argento, dunque, per la contrada dei cavalieri gerosolomitani, mentre sul terzo gradino del podio è salita una comunque soddisfatta Foppa. Da segnalare anche il quinto posto per la contrada Prati, che fino alle 16 non doveva neanche correre.

Leggi anche:  Realimmobiliare a Monza, Fenaroli è un’istituzione

il Palio dei trent’anni è stato, come sempre, un grande spettacolo: complice il bellissimo tempo, il lungo corteo storico (da oltre 600 figuranti) ha incantato e lasciato col fiato sospeso l’intera città, che per un pomeriggio ha fatto un salto nel tempo di oltre settecento anni.

TUTTE LE FOTO E IL RACCONTO DEL PALIO SUL GIORNALE DI DESIO, IN EDICOLA DA DOMANI 12 GIUGNO.