Dominio del Condor alla Valera di Varedo: il tradizionale Palio di San Giorgio – giunto all’edizione numero 36 – si è colorato di rosso per la nona volta consecutiva.

Il momento più atteso dell’anno a Valera di Varedo

Il più grande spettacolo dell’anno è andato in scena ieri sera all’oratorio di via Friuli, teatro di uno storico appuntamento. Una settimana di eventi sportivi e folcloristici alla Valera di Varedo, avvincenti tornei tra le quattro contrade Condor, Airone, Falco e Grifone, che si sono date battaglia in questi giorni di festa e fatica. Un colore ha luccicato più di tutti, a trionfare infatti è stata la contrada del Condor che ha dato vita ad un testa a testa molto avvincente con quella del «Falco.

Testa a testa per una settimana

Una vera e propria rimonta; nelle ultime giornate i rossi sono stati capaci di scalare una montagna molto ripida che era sorvolata proprio dai contradaioli falchi. Il punteggio finale è stato il medesimo, ma i ragazzi del Condor hanno trionfato per il numero maggiore di vittorie durante la settimana di giochi. Un motivo di festa per i vincitori, uno d’orgoglio per la contrada Falco, vinta ma trionfatrice morale.

Leggi anche:  Ponticello chiuso da tre mesi iniziati i lavori a Varedo

Un bagno di folla incredibile all’oratorio di Valera

La 36esima edizione del Palio di San Giorgio si è chiusa con un’enorme ciliegina sulla torta, oltre 2000 persone hanno inondato lo spazio dell’oratorio di via Friuli, godendosi un’ultima serata coi fiocchi. Dapprima la sfilata dei carri, prima i contradaioli grifoni, poi gli aironi, a seguire i falchi e i condor: un antipasto che ha movimentato sin da subito la serata e infuocato il pubblico presente.
Tutto ciò che rende più bello il Palio, dai carri ai vestiti, è opera delle persone delle quattro contrade che per tutti i mesi dell’anno, tra una cena o un aperitivo insieme, buttano giù idee innovative e pensano alla preparazione della manifestazione sportiva-folcloristica. Poi c’è la possibilità di vincere, ma prima c’è l’onore e la fortuna di partecipare.

Ancora più foto e notizie sul Giornale di Desio in edicola domani, martedì 30 maggio.