Panchina rossa, teatro e marcia contro la violenza sulle donne. Sono tre delle iniziative promosse a Cesano Maderno per il 25 Novembre.

Panchina rossa, teatro e marcia contro la violenza sulle donne

Una panchina rossa intitolata alle donne vittime della violenza e una marcia con gli istituti scolastici superiori del territorio. Domenica pomeriggio Palazzo Arese Borromeo ha ospitato un significativo momento varato dall’Amministrazione comunale per la Giornata contro la violenza sulle donne. Alla presenza del presidente Apa Confartigianato Milano e Monza Brianza, Gianni Barzaghi e del referente cesanese, Paolo Rastellino, le autorità cittadine (tra cui il sindaco Maurilio Longhin e il suo vice, Celestino Oltolini), hanno tagliato il nastro della panchina rossa realizzata dalle sapienti mani degli artigiani di Apa. “Questa panchina – così il primo cittadino – è dedicata a tutte le donne vittime di violenza. Nessuna esclusa. E’ un segno che l’Amministrazione ha voluto dare per continuare un percorso di sensibilizzazione su un tema purtroppo sempre attuale. Intendiamo proseguire il nostro impegno per una società dove la convivenza tra uomini e donne sia possibile. Stiamo lavorando tanto, e di questo ringrazio il consigliere Sara Spadafora e il gruppo che la sostiene, e non vogliamo abbassare la guardia”.

Studenti in marcia contro la violenza sulle donne

Un simbolo importante, quello della panchina rossa, che aiuta a tenere i riflettori accesi su una piaga sociale dalle proporzioni barbariche (il 30 per cento delle donne tra 16 e 70 anni ha subito una qualche forma di violenza almeno una volta). Così come la marcia di domani, giovedì 28 novembre, dalle 8, con protagonisti gli studenti delle scuole superiori del territorio. La “Marcia in rosa” degli studenti dell’Iis Majorana e dell’Iis Versari di Cesano, dalla scuola a Palazzo Arese Borromeo, con l’installazione artistica delle scarpe rosse, simbolo delle vittime di femminicidio, nel cortile d’onore dell’antica dimora. Previsti i saluti istituzionali e la partenza del testimone, che arriverà fino al Comune di Limbiate.

Leggi anche:  Cesano: 41enne sorpreso in strada con botti illegali

Spettacolo di teatro civile all’Excelsior

Tra gli appuntamenti della rassegna “Barbablù 2.0. I panni sporchi si lavano in famiglia”, spettacolo di teatro civile che affronta una tematica sociale di forte attualità come la violenza sulle donne e in modo particolare la violenza domestica. Si parte dalla famosissima favola di Barbablù, scardinando però il punto di vista e aggiornando tutto al XXI secolo. Barbablù 2.0 è anche e soprattutto la storia di un viaggio nella testa di una donna. Lo spettacolo va in scena oggi, mercoledì 27 novembre, al cineteatro Excelsior di via San Carlo. Tutte le informazioni al botteghino a partire dalle 18.