Panettone artigianale: tutti i posti dove assaggiarlo in Brianza. Nell’elenco, stilato dalla Camera di Commercio di Milano, Monza e Brianza e Lodi, anche 14 attività brianzole.

Panettone artigianale: tutti i posti dove assaggiarlo in Brianza

Tempo di Natale. Tempo di panettone. Il tipico dolce della tradizione natalizia si può acquistare ormai ovunque e ce ne sono davvero per tutte le tasche. Ma la Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi ha messo a punto la mappa del panettone tradizionale, ovvero quello realizzato con determinati ingredienti, nelle proporzioni stabilite e seguendo le tecniche della lavorazione artigianale.

Il  Panettone Tipico della Tradizione Artigiana infatti deve avere :

  •  Non meno del 20 % in peso sul prodotto di uvetta sultanina
  •  Scorze di Arancia Candite e Cedro Candito sull’Impasto
  •  Non meno del 10 % in peso di burro sull’impasto
  •  Non avere ingredienti OGM
  •  La Farina di produzione Selezionata.
  •  Non può essere venduto oltre 30 giorni dalla data di produzione

Gli ingredienti:

Acqua, farina  (Proveniente da produttori riconosciuti dal Comitato), zucchero, uova fresche e/o tuorli pastorizzati e/o tuorli congelati,  latte pastorizzato e/o latte UHT e/o latte condensato e/o latti fermentati e/o yogurt, burro di cacao, burro e/o burro anidro, uvetta sultanina, scorze di arancia candite, cedro candito (Calibro minimo 8 x 8), lievito naturale, sale.

Un itinerario nel gusto

“Proponiamo un itinerario del gusto dedicato al panettone, che vede la partecipazione di oltre cento imprese a valore artigiano. Una ricchezza della nostra realtà territoriale che vede rafforzare la sua attrattività grazie ai settori dell’agroalimentare dei quali il panettone è simbolo natalizio e identità metropolitana” – ha spiegato Vincenzo Mamoli, segretario generale di Confartigianato Imprese Lombardia e membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Ma qual è l’itinerario del gusto in Brianza? Nella nostra provincia sono quattordici le imprese che hanno aderito a all’iniziativa “Panettone tipico della tradizione artigianale milanese”, un logo e un progetto promosso dalla Camera di commercio, insieme a Confcommercio Milano, Confartigianato Imprese, Unione Artigiani, Comitato dei Maestri Pasticceri Milanesi e Associazione dei
Consumatori e volto alla valorizzazione del dolce, simbolo di Milano in Italia e nel mondo.

Leggi anche:  Venerdì a Monza arriva il viceministro all'Interno

Qui trovate l’elenco delle pasticcerie in Brianza

  • I DULS DE SANT BIOEUS • Monza
  • PANE E TULIPANI • Monza
  • PASTICCERIA OLMEA •  Monza
  • LA BOTTEGA DEI DOLCI DI TRABATTONI VALENTINA • Seregno
  • PAN TRAMVAI •  Seregno
  • ARTE DEL DOLCE • Seregno
  • PASTICCERIA CAFFETTERIA GELATERIA CASTANO • Besana in Brianza
  • PASTICCERIA BORROMEO • Cesano Maderno
  • PASTICCERIA CAROZZI • Muggiò
  • PASTICCERIA BAR ARTIGIANALE NAVA • Monza
  • PASTICCERIA SAN ROCCO •  Lissone
  • PASTICCERIA SALA • Lissone
  • VIVI IL DOLCE • Desio
  • IL FORNAIO DI VIA GALILEI •  Nova Milanese

Dolci a Milano Monza Brianza e in Lombardia

Secondo i dati della Camera di commercio, il comparto offre lavoro a oltre 25 mila addetti, +9,8% in dieci anni, in quasi 5 mila imprese attive. Un business, quello dolciario, che nella regione supera i 2 miliardi all’anno. Prima Milano con 1.844 imprese, + 5% in cinque anni e 9.312 addetti, + 8,8%, seguita da Brescia con 647 imprese e 3.075 addetti, questi ultimi in crescita del 5% in cinque anni, Bergamo con 537 imprese e 2.485 addetti (+9%), Monza con 347 imprese e 1.396 addetti (+6,6%), Varese con 336 imprese e 2.217 addetti (+5%). A Lodi ci sono 32 imprese e 329 addetti.

Identikit dell’imprenditoria dell’arte bianca

Su 5 mila imprese lombarde 1.253 sono di donne, 405 di giovani e 476 di stranieri.  In Italia su 40 mila imprese, 12 mila sono di donne, 4 mila di giovani e 2 mila di stranieri.