“In merito allo stanziamento di 1,5 milioni di euro da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per l’istituzione di un servizio di trasporto pubblico locale alternativo, in grado di alleviare i disagi derivanti dalla chiusura ad auto e treno del ponte sull’Adda San Michele tra Calusco e Paderno, si attende che la Regione Lombardia trasmetta la documentazione propedeutica alla stipula della convenzione, come richiesto con nota formale del 18 febbraio scorso da parte di questo Ministero”. A renderlo noto, in una nota ufficiale, è il Ministero delle Infrastrutture e diretto dal  Ministro Danilo Toninelli che lo scorso gennaio aveva effettuato un sopralluogo sul cantiere.

Fondi per il Ponte di Paderno

LEGGI ANCHE Venerdì il ponte di Paderno riapre a pedoni e bici… ma mancano le navette

“Non appena sarà acquisita tale documentazione, verrà redatta la convenzione e si potrà quindi procedere in tempi celeri alla registrazione presso la Corte dei Conti e all’erogazione dei fondi” fanno sapere dal Ministero. “Al momento i lavori di ristrutturazione del Ponte San Michele risultano essere in linea con il cronoprogramma e l’attivazione da parte del Ministero della procedura finalizzata all’istituzione del servizio TPL alternativo era in linea con le tempistiche della riapertura pedonale del ponte, prevista per la fine di marzo. Fin dalla chiusura per motivi di sicurezza del Ponte San Michele è stata posta la massima attenzione da parte di questo ministero, anche attraverso la nomina di un commissario ad hoc, per ridurre al minimo i disagi per cittadini e pendolari”.