Ponti e sottopassi, anche il Comune di Monza ha avviato un censimento per verificare le priorità di intervento.

Ponti e sottopassi, avviato censimento comunale

 E’ stato avviato in luglio e affidato nei primi giorni di agosto l’incarico ad una società specializzata di Bolzano per il censimento dettagliato di ponti e sottopassi di competenza comunale. L’indagine, per complessivi 50.000 euro, è finalizzata a fornire al Settore Mobilità, Viabilità, Reti la lista delle priorità  di intervento sui 35 manufatti ricadenti nella rete viabilistica comunale: tra le attività previste ispezioni visive, valutazioni primarie, stime complessive sullo stato di consistenza e degrado delle opere e sulle attività necessarie per l’eventuale manutenzione e messa in sicurezza.

Via al progetto di manutenzione straordinaria

L’Amministrazione Monzese, che si prepara a varare il progetto di manutenzione straordinaria dopo la variazione di bilancio annuale, intende così sbloccare un progetto inserito nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche da almeno tre anni, ma mai finanziato.
Il vicesindaco Simone Villa

“Per questo studio siamo stati costretti ad attingere alle nostre risorse, dopo che la Cassa Depositi e Prestiti ci ha negato il mutuo richiesto per finanziare l’incarico – spiega il Vicesindaco Simone Villa – È paradossale che da Roma non vengano premiati gli Enti che si sforzano di prendersi cura delle proprie infrastrutture, anche avvalendosi di indagini strutturali approfondite”.

Leggi anche:  Agrate Brianza: le vasche volano fanno tris
“No, non servono leggi straordinarie per i Comuni, ma una seria riduzione del drenaggio fiscale dalle casse centrali in grado di liberare risorse, unita a meccanismi premiali per gli Enti più virtuosi”, conclude Villa.