“Il lavoro delle donne in Brianza. Si riparte!” Un messaggio di slancio e ottimismo quello che ha dato il nome alla mattinata che è trascorsa ieri al palazzo di via Grigna per fare il punto sulla situazione delle donne in Italia. Lavoro, cultura, formazione, istruzione e identità sono stati i temi sviscerati dai relatori che si sono avvicendati negli interventi di fronte ad un pubblico numeroso. Un convegno organizzato dal Comitato Promotore degli Stati Generali delle Donne, Economia e Territorio di Monza Brianza, composto da Francesca Pontani, Melina Martello, Valeria Volpe e Aurelia Perego.

Tra gli ospiti chiamati ad esporre su un tema che, mai come ora, necessita di accelerare il passo per raggiungere gli standard europei, l’Onorevole Lara Comi, deputata al Parlamento europeo, l’Onorevole Daniela Gasparini, Deputato della Repubblica Italiana e Laura Barzaghi, Consigliere Regione Lombardia.

Sono solo il 48,8% le donne tra i 16 e i 64 anni che lavorano in Italia. Un numero che fa rabbrividire se si pensa alla media europea che è del 65,3%. Se le cose vanno un pò meglio in Lombardia (le donne lavoratrici sono il 58%), la situazione è drastica al sud con il solo 34%. “E’ un problema culturale -ha esordito Laura Barzaghi – l’Italia non ha ancora compreso il ruolo immutato della donna, è necessario intervenire con proposte serie di formazione che partano anche dalla scuola. L’Europa ha sentenziato in maniera severa sull’Italia, rimarcando la carenza del welfare in materia di politiche di conciliazione e lavoro”. E sarà questa la direzione verso la quale punta il lavoro svolto da IsaMaggi, fondatrice nel 2015 del movimento Stati Generali delle Donne. E’ del 2016, infatti la stesura del “Patto delle donne”, un documento, ancora in elaborazione, che vuole portare all’attenzione del Governo i risultati del lavoro che gli Stati Generali hanno portato avanti nelle regioni. “Vogliamo arrivare a definire con chi decide in Parlamento quali obiettivi fissare per trasformare i problemi in opportunità e le richieste in azioni”, ha spiegato Maggi.

Leggi anche:  Il padrone parte per le ferie e lascia i cani chiusi nel box al buio

I premi

Momento più emozionante della mattinata (non sono mancati momenti di commozione) la premiazione di nove “Donne che ce l’hanno fatta” della provincia di Monza e Brianza. Nove storie di successo e di determinazione, per coloro che sono riuscite a distinguersi in diversi campi. I riconoscimenti sono stati consegnati dall’Onorevole Daniela Gasparini e dalla consigliera regionale Laura Barzaghi.

I nomi, le storie e il racconto della mattinata sul prossimo numero del Giornale di Monza in edicola martedì 21 novembre