Dopo l’incontro con il Prefetto di Monza sull’arrivo dei richiedenti asilo a Briosco di ieri mattina e il comunicato stampa diramato dal sindaco Anna Casati e dal suo vice Andrea Folco nel tardo pomeriggio, la Lega gongola e bacchetta.

Sul caso profughi la Lega gongola e bacchetta

E lo fa tramite il consigliere regionale Alessandro Corbetta.

“Il duo Casati-Folco – spiega il leghista – è sempre più in affanno. Prima dichiarano falsità sull’incontro con la prefettura tentando di screditare la Lega e poi, probabilmente perché strigliati a dovere, si affrettano a rettificare il tutto e cancellare pezzi del loro comunicato stampa”.

“I contatti con il sottosegretario Nicola Molteni e il ministro dell’Interno Matteo Salvini li ho avuti e li ho personalmente, tant’è che quanto detto al presidio è stato confermato: per la prima volta decide il territorio”.

“Per la prima volta decide il territorio”

“Mai prima d’ora – continua Corbetta – era stata data la possibilità ai condomini di scegliere se accogliere o meno i richiedenti asilo nel proprio palazzo. Con i governi precedenti, infatti, veniva imposto l’arrivo dei migranti senza che i cittadini e i sindaci potessero fare nulla. Se ora viene lasciata la libertà di decidere agli stessi condomini è proprio perché al ministero degli Interni c’è Matteo Salvini, che sta lavorando per fermare gli sbarchi e risolvere i disastri fatti da chi lo ha preceduto”.

Leggi anche:  Cimice asiatica: danni enormi alle coltivazioni

“Casati e Folco dovrebbero ringraziarci”

“Casati e Folco – conclude – al posto che cercare goffamente di screditarci, dovrebbero ringraziare la Lega e Salvini perché se la stessa situazione si fosse verificata 5 mesi fa avrebbero dovuto subire impotenti l’arrivo di 14 richiedenti asilo uomini proprio dai governi del loro colore politico”