Quale futuro per l’ospedale di Desio? Se ne parlerà giovedì 11 luglio alle ore 21 durante un incontro promosso dal Comitato Ovest Brianza e dal Comune, che si terrà nella sala consiliare Falcone Borsellino (in piazza Giovanni Paolo II).

Quale futuro per l’Ospedale di Desio? Se ne parla giovedì 11 luglio

L’iniziativa sarà introdotta dal sindaco Roberto Corti e da Antonio Colombo, ex primario di Neurologia all’Ospedale di Desio e del Comitato Ovest Brianza, copromotore dell’evento. Vedrà la partecipazione dei Consiglieri regionali Marco Fumagalli, Andrea Monti, Gigi Ponti e Federico Romani. Coordina Francesco Sicurello, del Comitato Ovest Brianza.

Stato di agitazione del personale e lunghe liste di attesa

“I lavoratori sanitari e amministrativi del nostro ospedale cittadino – commenta Corti – continuano lo stato di agitazione lamentando carenze di personale e carichi di lavoro eccessivi che si ripercuotono negativamente sui cittadini. D’altra parte la dirigenza dell’azienda sanitaria sostiene che la situazione sia sotto controllo. A me pare evidente invece che la situazione sia critica, a cominciare dalle lunghe liste d’attesa a cui sono sottoposti i cittadini. La riforma regionale ha frammentato in modo poco razionale i servizi e sta dimostrando diverse falle. Credo che la priorità, anche per l’evoluta Lombardia, sia di tornare a investire nella sanità pubblica, nel personale medico e infermieristico. Lo stesso assessore regionale alla Sanità Giulio Gallera ha ammesso in Commissione che per rimediare alla grave carenza di personale nella nostra regione servirebbero molte più risorse di quelle che la Regione ha a disposizione”.