Sono intervenute settimana scorsa le squadre di recupero Regionale che hanno tolto due grossi alberi dal letto del torrente Molgora a Carnate.

L’intervento degli operai

Messa in sicurezza per il torrente Molgora. Mercoledì scorso tecnici della Regione e della Polizia fluviale sono intervenuti all’altezza del cavalcavia di via Matteotti a causa della presenza all’interno del letto del torrente di due grossi alberi caduti dopo il maltempo di inizio settimana.

«Mi sono occupato personalmente di avvisare la Polizia fluviale di quanto accaduto – ha affermato l’assessore Egidio Passoni – Questi due grossi pioppi erano caduti proprio lungo il torrente e credevo fosse un grande problema in caso di nuove piene, con la possibilità di ostruire il passaggio dell’acqua».

In quel punto è anche presente un ponte più piccolo che permette agli addetti di raggiungere il deposito Rfi posto a fianco del tracciato della ferrovia che corre verso Osnago e il lecchese: e proprio in quel punto sono scesi gli addetti coadiuvati da una scavatrice che si sarebbe occupata dello spostamento dell’albero che sarebbe stato prima tagliato e dopo portato fuori dal letto del fiume.

L’operazione non è però risultata «semplice» come previsto, infatti sotto il ponte che porta al deposito Rfi, si è formato un avvallamento del letto del torrente che ha di fatto bloccato la scavatrice per quasi un’ora. Una volta uscita dalla buca ai cingoli in ferro si erano anche incastrati dai cavi di gomma, probabilmente guaine di fili elettrici spellati, buttati proprio da quel ponte nei mesi precedenti.

Leggi anche:  Mani in pasta per cucinare all'oratorio di Ronco

Torrente messo in sicurezza

I due alberi sono stati quindi tagliati alla loro base e successivamente fatti a pezzi consentendo al mezzo di portarli fuori e liberare completamente il passaggio come richiesto.

«In caso di altre piene il rischio era troppo alto- ha continuato l’assessore Passoni -Ora finalmente il passaggio dell’acqua non è ostruito garantendo sicurezza anche sotto l’aspetto idrico».

Un intervento quello dei tecnici della Regione arrivato nel giro di pochi giorni e che ha visto decine di interventi di questo tipo su tutto il territorio regionale dopo il vento e la pioggia battente che ha creato disagi e danni in tutta la Regione. Diversi gli interventi, ma in questo caso da parte del Comune, anche in paese dove alcuni alberi sono caduti anche all’interno dei parchi: nel parco della stazione un piccolo albero è caduto nella zona dove si trovano le panchine fortunatamente non provocando molti danni. Altre cadute di arbusti si sono verificate all’interno di giardini privati senza creare grossi danni alle abitazioni o ad eventuali macchine parcheggiate al loro interno.