Reddito di cittadinanza: un numero verde per i brianzoli. E’ il numero 800 76 66 76, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.

Reddito di cittadinanza: c’è un numero verde

Da domani, mercoledì 6 marzo, anche i cittadini della Brianza possono presentare la richiesta per il reddito di cittadinanza ma i quesiti aperti sono ancora molti, così come le incertezze sulle modalità effettive di funzionamento.
Per questo, la Provincia MB ha convocato oggi, presso la sede di via Grigna 13, il tavolo di concertazione provinciale per il Lavoro e la Formazione per affrontare insieme l’avvio del reddito di cittadinanza.

Presenti oltre ai referenti della Provincia, i Presidenti degli ambiti distrettuali, i rappresentanti di Inps, Afol Mb, Cgil Monza e Brianza, Cisl Monza Lecco, Uil Monza, Camera di Commercio, Ats, Inail, Ufficio scolastico territoriale, Api, Confcommercio MB, Assolombarda MB, Cna MB, Confcooperative MB, Apa Confartigianato MB, Anmil, Ledha.

Un tavolo tecnico di coordinamento

I partecipanti all’incontro hanno condiviso la necessità di istituire un tavolo tecnico di coordinamento dedicato per fare rete e gestire tutte le problematiche che si presenteranno. L’obiettivo è creare un modello di gestione territoriale condiviso che garantisca il flusso delle informazioni tra i soggetti del territorio coinvolti e una efficace “presa in carico” dei destinatari.

Leggi anche:  Truffe ad anziani: dalla Regione 170mila euro ai Comuni per la prevenzione

Per dare una prima risposta ai cittadini interessati, la Provincia MB ed  Afol MB, hanno istituito un numero verde, gestito dai Centri per l’impiego,  per offrire un servizio di assistenza informativa . Il servizio, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, accompagnerà gli utenti ad orientarsi nelle fasi previste dal decreto Legge 4/2019, fornendo informazioni sulle procedure, sui documenti da presentare, sui soggetti a cui rivolgersi in Brianza. Il numero da comporre è: 800 76 66 76.

LEGGI ANCHE: Scarica il modulo per il reddito di cittadinanza

In Brianza lo vogliono almeno in 20mila