Multe e controlli: nel mirino l’abbandono di rifiuti e la presenza di clandestini in città.

Il giro di vite a Carate

Ha già dato i primi risultati il «giro di vite» chiesto dal sindaco Luca Veggian alla Polizia locale.  Nei giorni scorsi gli agenti hanno deferito un nigeriano di 38 anni, pregiudicato e colpito da un provvedimento di espulsione emesso dalla Questura di Bergamo che girovagava in via Matteotti.  Stessa sorte è toccata anche ad un 45enne di nazionalità peruviana, sprovvisto del permesso di soggiorno e già noto per reati contro il patrimonio e per inosservanza delle norme sugli stranieri.

Multe per abbandono di rifiuti

Sul fronte ambientale, invece, tre gli «scaricatori» abusivi identificati dalla Polizia in seguito a controlli e ispezioni sul materiale abbandonato in via Rivera e nel posteggio delle ex fabbriche Formenti. All’interno dei sacchi materiale intestato che ha permesso ai vigili di risalire ai trasgressori. Sono due italiani – un pensionato di 71 anni e un giovane di 26 e uno straniero, di nazionalità tunisina, tutti residenti in città, sanzionati per violazione del regolamento sui rifiuti urbani. A loro è stata elevata una multa di 50 euro.