Rimozione dell’amianto, la Regione sosterrà anche gli interventi sugli edifici privati. L’annuncio è arrivato ieri in Consiglio regionale.

Nuovo bando

Le strategie della Giunta guidata da Attilio Fontana sul tema delle bonifiche ambientali sono state illustrate in Aula dal sottosegretario con delega ai rapporti con il Consiglio Regionale, Fabrizio Turba. Dall’Esecutivo è arrivata la rassicurazione che il nuovo anno porterà porterà un nuovo bando per la rimozione dell’amianto. Non solo. Nelle intenzioni della Regione c’è l’obiettivo di lanciare il nuovo concorso entro luglio.

Contributi e novità

L’Amministrazione era stata sollecitata da un’interrogazione presentata da Giuseppe Villani del Partito democratico. La Regione metterà sul tavolo 500mila euro come contributi. Il nuovo bando, rispetto ai precedenti, presenterà delle novità. La possibilità di ricevere contributi non sarà infatti rivolta solo alle Amministrazioni per le rimozioni di amianto dagli edifici pubblici, ma il bando conta di sostenere anche le bonifiche degli edifici privati.

“Contributi insufficienti”

Il piano d’azione della Regione con la novità che riguarda gli edifici privati è stata accolta con favore dal Partito democratico, anche se dall’opposizione è arrivata la sollecitazione a rimodulare l’entità dei contributi. “Benissimo la previsione anche di edifici privati – ha osservato Villani – ma forse proprio per questo viene da pensare che i finanziamenti programmati siano insufficienti”.

Leggi anche:  Don Rino Valente a San Pio X per il 50esimo della Chiesa