Salta il trasferimento del comandante della Polizia locale Borgotti resta a Bovisio. Il sindaco ha revocato il nulla osta per il passaggio al Comune di Lecco

Salta il trasferimento

È saltato all’ultimo momento. Il trasferimento del capo della Polizia locale Paolo Borgotti, che era da mesi in procinto di entrare stabilmente in servizio al comando di Lecco, è stato revocato a causa della mancata concessione del nulla osta da parte del Comune. “Borgotti resta al cento per cento, ci serve – ha annunciato il sindaco Giuliano Soldà – purtroppo non abbiamo le forze per fare a meno di lui. Ovviamente è libero di partecipare a altri concorsi, se vuole lasciare Bovisio”.

In arrivo nuovo agente

Intanto, tra poco il corpo di Polizia locale avrà un nuovo agente. Il concorso bandito a luglio per un posto nel comando di piazza Biraghi si è concluso nei giorni scorsi. Dai 75 candidati iniziali, a seguito delle varie prove si è giunti a cinque “superstiti” che si sono confrontati con un colloquio orale, ultimo scoglio della selezione. In seguito a questo, i candidati idonei all’assunzione sono risultati essere tre.

Leggi anche:  Juventus 'ndrangheta: le relazioni pericolose del tifo organizzato

Presto in servizio

“Ci metteremo subito in contatto con il primo in graduatoria –  ha detto sempre Soldà – non sono informato su quali siano i tempi tecnici per la procedura di assunzione e se a lui occorra un periodo di preavviso, ma l’obiettivo è di farlo iniziare il prima possibile, magari nel giro di un paio di settimane”. I vigili hanno finora dovuto fare i salti mortali per far funzionare il reparto a organico ridotto, dunque le forze fresche saranno salutate con grande piacere.