Salvini infiamma il popolo della Lega

La Festa ad Arcore

Show degno dei primi tempi della Lega “dura e pura” mercoledì sera per il segretario Matteo Salvini alla festa della Lega nord di Arcore.

Pubblico in delirio

Al suo arrivo il lumbard ha scatenato il delirio dei presenti, soprattutto i giovanissimi ma non solo: uomini e donne di tutte le età si sono accalcati attorno a lui ansiosi di strappargli una stretta di mano e l’ambito selfie.

Il discorso: “Basta stranieri”

Se lo scorso anno il Salvini visto ad Arcore era stato in tono minore, quest’anno Matteo non si è risparmiato rispolverando la scaletta che parte dalla Boldrini con gli annessi aggettivi poco lusinghieri, passando per lo scenario politico con relativi strali alle altre forze politiche, per giungere poi al cavallo di battagli: gli stranieri.

“Prima gli italiani”

Salvini ha realmente infiammato gli animi dei lumbard sul tema ormai battutissimo dal segretario: gli immigrati, paventando una nuova alleanza con Silvio Berlusconi: “Se quell’uomo che abita ad Arcore anzi che abita a 100 metri qui da noi – ha detto indicando la vicina villa di Silvio Berlusconi – si accorderà con la Lega Nord ripuliremo tutta l’Italia dei profughi clandestini”. La “nuova Lega” traccia così il suo percorso verso le elezioni che a quanto pare intende passare per un’altra alleanza con l’ex cavaliere.

Leggi anche:  Mattarella a Monza: la visita del Presidente della Repubblica VIDEO

I dettagli sul prossimo numero del Giornale di Vimercate in edicola da martedì