Ricordando il disastro della diossina, Seveso lancia l’iniziativa di raccogliere un pensiero per il Bosco delle Querce. Il luogo dove un tempo sorgeva la Zona A e che ora è uno dei simboli della città.

Un messaggio per il Bosco

Da oggi infatti sarà possibile lasciare un pensiero, un messaggio nelle bacheche del parco oppure sulla pagina Facebook “Bosco delle Querce di Seveso e Meda”. “Sono passati molti anni dall’evento che ha segnato  la storia di Seveso, ma non per questo la popolazione che l’ha vissuto e quella che è arrivata negli anni successivi vuole rimanere ancorata al ricordo di un evento negativo, anzi ha cercato e cerca di far vivere sempre di più il luogo simbolo di quel sabato di luglio: il Bosco delle Querce.

Luogo della memoria

Era il 1986 quando il Bosco iniziò a crescere. Oggi è un parco naturale regionale, che comprende la zona A interamente bonificata, mentre tutto il materiale contaminato dalla diossina è stato messo in sicurezza nelle due  vasche impermeabilizzate a Seveso e a Meda.  Il simbolo del parco è un vecchio e imponente pioppo testimonianza di un luogo oggi fondamentale per Seveso. Un luogo della memoria dove continua il dialogo, senza fine, tra presente e passato. Ecco allora che chiunque viva il parco può dedicargli un messaggio o un disegno, che saranno poi pubblicati. Ci sarà tempo, almeno, fino a tutta la prossima settimana.