Oggi in V Commissione del Consiglio regionale lombardo vi è stato l’incontro con Marco Piuri, Amministratore delegato di Trenord, alla presenza dell’Assessore alle Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile, Claudia Terzi sull’organizzazione del servizio ferroviario regionale e sulle azioni di miglioramento intraprese, come stabilito dalla Risoluzione n. 8 del 13 novembre 2018 approvata dalla maggioranza consigliare. Un summit durante il quale è emerso che le linee che attraversano anche la Brianza, sono le peggiori in Lombardia.

Trenord in Consiglio regionale: le linee peggiori in Lombardia

“Purtroppo alla luce dei dati illustrati da Trenord è stato certificato che negli ultimi sei mesi analizzati le linee ferroviarie lecchesi sono tra le peggiori in Lombardia, per indice di puntualità e per numero di soppressioni” dichiara il Consigliere regionale lombardo Mauro Piazza.

Una situazione di cui già i pendolari delle Tirano-Sondrio-Lecco-Milano, della Lecco-Carnate-Milano o della Lecco-Molteno-Monza erano amaramente a conoscenza, ma che è stato di fatto certificata. Basti penare a quanto successi solo in questa settimana: quelle di lunedì e di ieri sono state due giornate tragiche, con ritardi, soppressioni cancellazioni dovute in particolare a guasti sia alle line che ai convogli.

LEGGI ANCHE 

In Regione si discute delle problematiche del servizio ferroviario (oggi ennesima giornata nera)

Guasti e malori, treni in ritardo: ancora un lunedì di passione per i pendolari

Tavolo specifico di approfondimento per le nostre direttrici

“Trenord ha quindi comunicato che è in corso un tavolo specifico di approfondimento per le nostre linee con il gestore della rete ferroviaria, Rfi.”-spiega il consigliere regionale- “In questo tavolo tecnico è in corso un’analisi puntuale della situazione in cui versano le nostre linee dalla quale si evince che uno dei fattori che influenza le pessime prestazione sia la vetustà del materiale rotabile in circolazione”.

Leggi anche:  Giornata della Prematurità: la Villa Reale si tinge di viola

I primi nuovi treni, in arrivo tra fine anno e Gennaio 2020,  sulle linee lecchesi

“Per questo motivo” continua Piazza “ho sollecitato l’Assessore Terzi e l’Ad Piuri per impegnare sia Regione che Trenord nell’immettere i primi nuovi treni, in arrivo tra fine anno e Gennaio 2020,  sulle linee lecchesi al fine di limitare parte dei disagi ai nostri pendolari”.

“Il nodo irrisolto è  la governace  di Trenord”

“È inutile nascondere, come purtroppo però, il nodo irrisolto, che appare chiaramente dall’analisi globale della gestione del trasporto ferroviario lombardo, sia la governance  di Trenord. Infatti, è facile constatare che indipendentemente dal colore politico che guida il Governo romano,  Trenitalia, l’altro azionista di Trenord, a differenza di quanto ha fatto e fa Regione Lombardia non stia investendo nel nostro trasporto ferroviario, un fatto che ritengo vergognoso e che auspico termini il prima possibile” conclude Piazza.