Sindacalista monzese nel collegio di presidenza dell’Inca nazionale. E’ Lorella Brusa, che vanta una grande esperienza acquisita in Brianza.

Sindacalista monzese al nazionale

Lorella Brusa è stata nominata nel collegio di presidenza dell’Inca nazionale, il patronato della Cgil che offre servizi di pubblica utilità e tutela i diritti riconosciuti dalla legge in materia di previdenza, assistenza sociale ed economica, salute e cittadinanza.

Lorella è un volto noto in Brianza. Per la Cgil di Monza e Brianza, infatti, è stata, funzionaria e componente della segreteria in Funzione pubblica e segreteria confederale.

È stata tra le promotrici del progetto Synergy Park, una sperimentazione sul vimercatese di sinergia tra welfare aziendale e territoriale. Di successo anche la campagna unitaria di Cgil, Cisl e Uil “Salute in piazza” che ha generato un protocollo di intesa con i medici di famiglia in riferimento, soprattutto, alla presa in carico dei pazienti multipatologici.

“L’obiettivo è sempre quello di fornire le risposte migliori ai bisogni delle persone”

“L’esperienza e il legame con i servizi sul territorio danno la chiave di lettura per giungere alla costruzione di sinergie preziose tra operatori – spiega Brusa –. L’obiettivo deve sempre essere quello di riuscire a fornire le risposte migliori ai bisogni delle persone”.

Leggi anche:  Sciopero treni, venerdì 25 ottobre solo fasce di garanzia

“È ciò che deve fare anche la Cgil – aggiunge –. Molti nostri iscritti provengono dai servizi e hanno necessità di conoscere a tutto tondo la missione del sindacato e di trovare all’interno della struttura risposte alle diverse necessità e gli strumenti per leggere i fenomeni nella loro complessità”.

“L’Inca vive un momento delicato”

“L’Inca, oggi, vive un momento delicato – chiosa – legato alle novità introdotte dalle riforme. Cercherò di fare del mio meglio: è un lavoro complesso ma anche molto stimolante. Mi metterò – conclude – come sempre al servizio dell’organizzazione”.

TORNA ALLA HOME