Le strade di Peregallo di Lesmo ancora al buio durante le nottate. E l’ex consigliere comunale di Lesmo Amica Fausto Testi, con un passato ultra trentennale in amministrazione comunale, annuncia la nascita di un comitato di protesta. LEGGI QUI

Interviene anche il Codacons

Anche il Codacons è intervenuto a sostegno della campagna dell’ex assessore. E lo ha fatto con un comunicato stampa diramato una manciata di minuti fa.

“E’ ormai da mesi che i residenti di Peregallo, frazione di Lesmo, hanno continui problemi a causa dell’illuminazione nelle strade: è da tempo infatti che i lampioni installati nella frazione non accennano a funzionare correttamente. Inizialmente infatti le luci rimanevano in funzione solo di giorno e si spegnevano la notte, per un altro periodo invece restavano accese sia durante il giorno che durante la notte ininterrottamente, con conseguente spreco di energia. Le vie maggiormente colpite sono state senza dubbio la via Modigliani, la via Caglio e la via Italia, in quanto è proprio in esse che sono situati i lampioni “impazziti”. A nulla sono valse le segnalazioni da parte dei cittadini, e vi è stato anche l’impegno di un ex consigliere comunale che si è fatto portavoce dei cittadini per denunciare la situazione. Si è perfino pensato alla costituzione di un comitato composti dai residenti per far fronte al problema. Tuttavia nonostante gli sforzi e le lamentele ad oggi la situazione rimane invariata. Si tratta senza dubbio di una situazione paradossale e i residenti sono ormai esasperati e stanchi per la mancanza di soluzioni alla questione. La pubblica amministrazione infatti non ha ancora agito in maniera effettiva ed incisiva per migliorare le condizioni delle strade di Peregallo. Urgono quindi interventi immediati che riportino alla normalità la frazione di Lesmo. Per queste ragioni il Codacons invierà una diffida al Comune, richiedendo una veloce sistemazione dei lampioni impazziti, in modo da porre fine alla gravosa questione”.

Lampioni stradali “impazziti”

Lampioni stradali “impazziti” a Peregallo. Una situazione che si trascina da almeno cinque mesi e che riguarda una ventina di lampioni, distribuiti lungo il perimetro di tre vie della frazione (via Modigliani, via Italia e Via Caglio). Da febbraio i residenti dell’area coinvolta sono costretti a sorbirsi un servizio di illuminazione tutt’altro che efficiente, specialmente dal punto di vista del decoro.