Strappato e sporco: il Tricolore a Monza è uno “straccio”. La bandiera italiana che sventola dall’ex palazzo della Provincia è in pessime condizioni.

Un Tricolore “da piangere”

Se la bandiera Tricolore piange, quella dell’Unione Europea di certo non ride. Transitando in piazza Cambiaghi, a Monza, e alzando lo sguardo verso le finestre dell’edificio che ospitava diversi anni fa alcuni uffici della Provincia di Monza e Brianza, il Tricolore italiano appare irriconoscibile. Logoro, strappato e sbrindellato, quasi tagliato in due dall’usura e dallo scorrere del tempo. Sembra una delle bandiere di epoca risorgimentale, custodite nelle teche dei musei per ricordare le battaglie garibaldine per l’Unità d’Italia. Ma non è questo il caso.

Un passaggio in tintoria sarebbe inutile

Stessa sorte per la bandiera della Ue, per alcuni non tanto amata soprattutto in piena “epoca sovranista”. Come per il Tricolore, un semplice passaggio in tintoria o in sartoria per una “rinfrescata” appare inutile. Converrebbe sostituirle. O ammainarle. Forse sono state dimenticate lì, sui pennoni, dopo la chiusura degli uffici della Provincia e il trasferimento definitivo del personale nella nuova sede di via Grigna, moderna e confortevole. Le bandiere di piazza Cambiaghi, intanto, o almeno quello che ne rimane, rimangono a sventolare, tristi, malconce. Sperando che qualcuno si ricordi che esistano.

Leggi anche:  Sulle orme di re Umberto: successo per le Giornate Fai - FOTO