Tassa sui rifiuti: agevolazioni in arrivo a Besana. Mercoledì sera è passata all’unanimità la modifica del regolamento per la disciplina della Tari. Modifica che salvaguarda il portafoglio dei proprietari di case prive di inquilini.

Tassa sui rifiuti in calo per le case “vuote”

La modifica riguarda le cosiddette “case a disposizione”. Vale a dire le abitazioni sfitte o lasciate vuote per la morte del proprietario anziano. Caso quest’ultimo che si verifica non di rado in città.

“Fino all’anno scorso l’aliquota veniva definita in base alla metratura. Quindi un occupante ogni 25 metri quadrati”, ha premesso l’assessore al Bilancio Giuliano Villa. La Tari, infatti, tiene conto della superficie e della composizione del nucleo famigliare.

“Questo significava che, quando l’anziano proprietario di un appartamento veniva a mancare, gli eredi si trovavano a pagare una tassa maggiore rispetto al passato”.

Basta fare i conti. “Per una casa di 100 metri quadri, anche se ormai vuota, si contava comunque  la presenza di quattro occupanti”.

Leggi anche:  Vandali in azione nei parchetti di Calò FOTO

Arrivano i tagli

Ora non sarà più così.

“Ci siamo confrontati con i Comuni con i quali stiamo collaborando ed abbiamo preso una strada comune, fatta eccezione per Monticello”.

La Tari sulle “case a disposizione” sarà ora calcolata sulla base di una sola persona, al di là della metratura.

“L’impatto di questa riduzione sulle entrate sarà spalmato sulle altre utenze. Si parla solo di qualche euro”, ha concluso Villa.