Un cuore di maglia che scalda la vita. Ci sono due date importantissime da salvare nell’agenda. Se volete dare una mano ai bimbi nati prematuri, qui ci sono le informazioni che vi servono.

Un cuore di maglia

Un cuore di maglia che scalda la vita dei bambini nati pretermine per dare speranza e un dolce abbraccio ai cuccioli costretti, nei primi giorni di vita a stare lontani dalla propria mamma e dal proprio papà. Il progetto del Gruppo Maninmaglia nato a Vedano sotto il coordinamento dell’associazione Cuore di Maglia, è davvero di quelli che fanno emozionare. E gli ingredienti, in fin dei conti, non sono nemmeno troppo complessi. Da un lato, infatti, c’è la buona volontà di chi vuole mettersi in gioco, imparando a realizzare dei manufatti in lana. Dall’altro lato ci sono i bimbi prematuri degli ospedali della Asst Monza e Brianza e del San Raffaele. Sono questi cuccioli d’uomo, infatti, i veri protagonisti al centro della mission. Per loro, le donne, realizzano dei pupazetti caldi d’amore. Piccole opere che i bimbi possono tenere vicini nei primi giorni di vita. Il gruppo vedanese, quindi, forte di questa importante missione da portare avanti, ha messo in agenda una data da non dimenticare: l’undici di ottobre alle 16, nella Casa dell’Amicizia a Vedano, si terrà un incontro per mostrare alcuni degli oggetti realizzati e, nella migliore delle ipotesi, per invitare altre persone a iscriversi al sodalizio. La consegna dei pupazzini in lana, invece, avverrà il 17 novembre, al San Gerardo, all’ospedale di Desio e al San Raffaele, in occasione della Giornata internazionale dei prematuri.