Un defibrillatore in memoria di un generoso donatore Avis. Lo ha regalato Avis Seregno al liceo Parini di Seregno per ricordare Stefano Leoni.

Un defibrillatore in memoria di un generoso donatore Avis

Un regalo davvero speciale quello che Avis Seregno  ha voluto fare al liceo Giuseppe Parini di via Gramsci a Seregno.  Al centro del dono, consegnato in una cerimonia ufficiale, c’è il cuore in tutte le sue declinazioni.  Il defibrillatore consegnato nelle mani del dirigente scolastico Gianni Trezzi serve proprio a curare i cuori in difficoltà e nasce dal grande cuore di chi, involontariamente, lo ha donato.

Un macchinario salvavita in memoria di Stefano

Il macchinario è infatti alla memoria di  Stefano Leoni, ventenne ex studente dell’istituto, scomparso tragicamente lo scorso 7 agosto, travolto da una moto a Pellio Intelvi.
Stefano era uno studente di Scienze infermieristiche all’Università Bicocca di Milano, donatore Avis e giovane testimone nel Progetto scuola del gruppo, sotto la guida del dottor Marco Pozzi. Il suo impegno tra i donatori di sangue ha fatto sì che tra i suoi ex compagni di classe sorgesse il desiderio di una raccolta fondi da destinare all’associazione che aveva conquistato il cuore di Stefano e dei suoi famigliari, donatori anch’essi.

Leggi anche:  Torna inAuto&Moto, il magazine dedicato ai motori

La generosità dei giovani trasformata in un gesto concreto

A tirare le fila dell’iniziativa è stata  Sara Tagliabue, al presidente avisino Roberto Tognacca il compito di trasformare la generosità dei giovani in un gesto concreto e in un ricordo tangibile di Stefano e dell’Avis. Il defibrillatore è stato consegnato nel corso di una cerimonia ufficiale che ha registrato anche la presenza dell’assessore all’Istruzione e vicesindaco Federica Perelli, dei genitori di Stefano, Marco Vittorio Leoni e Claudia Minotti, della sorella Chiara e dei nonni Giuseppe Minotti e Antonia Ottolina.