La cerimonia di ieri, sabato 27 aprile, si è tenuta nell’area verde antistante la chiesa dedicata a Tutti i Santi, dietro allo stadio Sada di Monza. Si parla di oltre 2mila persone.

Una folla di fedeli alla vigilia della Pasqua ortodossa FOTO e VIDEO

La cerimonia

Il protagonista della cerimonia, ovviamente, è Cristo. Ma un Cristo che si fa luce, simboleggiato dall’accensione di tantissime candeline, tra le mani dei fedeli. Tanti fedeli. Più di 2mila secondo le stime approssimative effettuate da chi ha partecipato. Un dato non preciso, certo, ma che potrebbe davvero non essere molto distante dalla realtà. Perché il giardino della parrocchia dedicata a Tutti i Santi, ieri, sabato 27 aprile, in occasione della vigilia della Pasqua ortodossa, era davvero pienissimo. E questo non soltanto perché la festa è una ricorrenza molto sentita dai fedeli, oltre a essere un momento di incontro e di socializzazione. Ci sono altre due novità che il sacerdote Pompilio Nacu e il diacono Roberto Pagani hanno voluto condividere con le persone.

Due novità

Prima di tutto è stata confermata la volontà (che il nostro Giornale aveva già raccontato sull’edizione cartacea del quotidiano monzese) da parte dell’Amministrazione comunale di cedere il diritto di superficie dell’area di proprietà del Comune di fianco alla Chiesa di Tutti i Santi, per la realizzazione di un oratorio ortodosso e una biblioteca. Un’operazione, questa, che era attesa da almeno una dozzina d’anni dalla comunità. Un’operazione, così come è stato specificato dallo stesso sacerdote, che è divenuta realtà anche grazie all’impegno del vicesindaco di Monza, Simone Villa. Villa, sul palco insieme a Nacu e al diacono, ieri, ha voluto poi ringraziare a sua volta la comunità, che negli anni è stata in grado di recuperare l’area un tempo in stato di abbandono, riuscendo anche a inserirsi nel territorio monzese. Prima di iniziare (e questa è la seconda lieta novità) c’è stato il tempo per leggere un messaggio. Nella missiva inviata dall’Arcivescovo il mittente, l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini, ha espresso la volontà nei prossimi mesi, di recarsi a Monza per visitare la comunità.