Un’altra aiuola del progetto #dillechelapi sfalciata, tanta l’amarezza da parte dei volontari di “Abbracciebaci”. Ancora nella bufera la ditta a cui è stato affidato l’appalto del verde a Desio.

Un’altra aiuola del progetto #dillechelapi sfalciata

“Ancora una volta abbiamo trovato un’aiuola rasata – afferma Diego Bello, responsabile del progetto – Ciò significa che l’azienda che si occupa del verde in città è intervenuta dove non avrebbe dovuto. Questa volta si tratta dell’aiuola in zona San Giovanni e che consideravamo il nostro fiore all’occhiello. L’atto è stato voluto, poiché sono stati rimossi anche i cartelli, i paletti e il nastro di recinzione. L’aiuola era segnalata”.

Dall’estate terza aiuola distrutta

E dall’estate è la terza aiuola rasa al suolo. “L’assessore ai Lavori pubblici Emanuela Rocco ci aveva informati che l’azienda era dispiaciuta e che aveva intenzione di ripristinare a proprie spese almeno l’aiuola di via Santa Liberata. Si sarebbe dovuto tenere un incontro per chiarire  le modalità ma ad oggi non c’è mai stato”.

Leggi anche:  Tagli ai servizi, Legambiente: "Dal nuovo orario di Trenord la mappa del declino ferroviario"

Volontari amareggiati

Il volontario ci tiene a far presente: “Noi siamo un gruppo di cittadini attivi che decidono di investire forze e tempo per fare qualcosa di bello per la città ma se questa è la risposta non so quanto si continuerà». I DETTAGLI SUL GIORNALE DI DESIO IN EDICOLA.