Caso “Vallambro”: il Consiglio di Stato ha dato ragione al Comune di Briosco.

Il Comune ha ragione

Porta la data del 21 febbraio scorso (pubblicata venerdì) la sentenza pronunciata dai giudici di Palazzo Spada relativa alla controversia tra l’immobiliare brioschese e il Comune. Sentenza che ha scongiurato il pericolo di veder uscire dalle casse pubbliche mezzo milione di euro, rigettando la precedente decisione del Tar, accogliendo integralmente le ragioni dell’Amministrazione e condannando la “Vallambro” a rifondere le spese legali, processuali ed onorari per entrambi i gradi di giudizio.
La vicenda è lunga e complessa. Gira intorno ad una concessione edilizia per la realizzazione di un deposito ad uso produttivo chiesta dalla “Vallambro srl” nel maggio del 1990 e concessa dal Comune solo undici anni più tardi, nel 2001.

Il servizio completo sul Giornale di Carate in edicola da oggi, martedì 12 marzo.