Valvole termostatiche nelle scuole per il risparmio energetico. L’intervento interesserà sei scuole monzesi oltre al palazzo comunale.

Valvole termostatiche

Un calore economico entrerà nelle classi di sei scuole di Monza e negli uffici del palazzo comunale di piazza Trento e Trieste grazie a un finanziamento di 210 mila euro del Decreto Crescita approvato in Giunta martedì 30 luglio.

Valvole termostatiche in sei scuole

L’impegno dell’Amministrazione comunale sul piano del risparmio energetico passa attraverso l’installazione di nuove valvole termostatiche sugli impianti termici delle scuole «Omero» (primaria), «Pertini» (secondaria di primo grado) e la scuola dell’infanzia di via Sauro, tutte appartenenti all’Istituto comprensivo statale «Koiné»; a cui si aggiungono la «Confalonieri» (secondaria di primo grado), «Manzoni» (scuola primaria) dell’Istituto comprensivo «Via Foscolo» e «Puecher» (scuola primaria) dell’Istituto comprensivo «Anna Frank». Agli istituti scolastici si aggiungono gli uffici comunali della sede di piazza Trento Trieste.

Bollette più leggere

Un sistema innovativo che da una parte garantisce un migliore servizio agli studenti, agli insegnanti e al personale scolastico e dall’altra permette un risparmio di risorse grazie alla riduzione dei consumi. Le valvole termostatiche sono, infatti, un investimento importante che permetterà di avere una regolazione automatica e personalizzata della temperatura nei singoli ambienti della scuola. In ogni aula e negli uffici comunali si potrà regolare il livello della temperatura autonomamente evitando, come succedeva in passato, sbalzi termici tra i vari ambienti e temperature eccessive in molte aule. Le nuove valvole saranno installate entro l’avvio della stagione termica, cioè entro il 15 ottobre.

Leggi anche:  Il cane abbaia e salva due coniglietti abbandonati in strada

Più attenzione all’ambiente, meno spese

«L’obiettivo del progetto – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Simone Villa – è contenere il consumo di energia, offrire qualità e benessere agli studenti e, contemporaneamente, incrementare l’uso di energie pulite per difendere l’ambiente e contribuire all’abbattimento degli agenti inquinanti». Attivare queste misure concrete, come l’installazione delle valvole termostatiche, ha infatti come effetto la riduzione dei consumi energetici, il contenimento della spesa per riscaldamento degli immobili di proprietà comunale e la limitazione al minimo gli sprechi, con notevoli benefici in campo ambientale. «Staranno tutti meglio a scuola – prosegue l’Assessore – e la comunità risparmierà in termini di consumi energetici e ambientali. Con una piccola valvola collocata sui termosifoni migliorerà il benessere dei nostri bambini e di tutto il personale che lavora nella scuola. Proseguono così le nostre azioni concrete che uniscono la qualità gestionale con quella ambientale. Un ambiente migliore e meno spese per tutti è la nostra strategia».

L’investimento

Il contributo stanziato dal Decreto Crescita di 210 mila euro è stato così suddiviso: 48.800 euro per le scuole «Omero», «Pertini» e scuola dell’infanzia di via Sauro; 36.722 euro per la scuola «Confalonieri»; 34.686 euro per le scuole «Manzoni» e «Puecher»; 40.992 per il palazzo comunale. A queste cifre si devono aggiungere 48.800 euro per la messa in sicurezza e il ripristino dei plafoni della scuola primaria «De Amicis» di piazza Matteotti.