Via Duca d’Aosta a senso unico per i prossimi tre mesi: ecco come cambia la viabilità  a Cesano Maderno per i lavori che inizieranno la quarta settimana di luglio.

Via Duca d’Aosta a senso unico per i prossimi tre mesi

Al via entro la fine di luglio il maxi cantiere per la riqualificazione del quadrilatero di via Milano, via Cozzi, via Cerati e via Duca d’Aosta di Cesano Maderno, con piazza Duca d’Aosta e via Cozzi trasformate in una “piazza delle scuole”, uno spazio raccolto, protetto, riservato ai pedoni e alla sola circolazione e sosta degli scuolabus. I lavori al via, che interesseranno una delle principali arterie cittadine, sono stati illustrati ieri sera in sala consiliare da amministratori locali e tecnici.

Novanta giorni di cantiere

Il cantiere in via Duca d’Aosta durerà novanta giorni: per i primi sessanta si concentrerà sul lato delle scuole King e Salvo D’Acquisto, e per i restanti trenta sul lato opposto. Sarà risagomata la rotatoria di fronte al plesso King, sarà realizzata una nuova rotatoria all’incrocio con via Milano, e saranno ridefiniti i percorsi ciclo pedonali protetti, i marciapiedi, gli attraversamenti pedonali e l’illuminazione pubblica. Saranno inoltre riorganizzati e ottimizzati i parcheggi lungo le vie Negri e Cerati, con anse per la sosta temporanea in via Indipendenza.

Leggi anche:  Procurava la droga a una famiglia di spacciatori: arrestato

Senso unico per tutta la durata dei lavori

Per tutta la durata del cantiere via Indipendenza sarà a senso unico da piazza Napoli in direzione via Quarto. Chi sarà diretto in centro dovrà dunque svoltare in via Leopardi e poi percorrere via Borsi e via Strada per rispuntare poi in via Indipendenza. Sarà vietata la svolta a sinistra in via Ada Negri. I disagi? Inevitabili. Il sindaco Maurilio Longhin lo ha detto con schiettezza agli abitanti e ai genitori degli studenti delle scuole interessate, a cui ha chiesto di avere pazienza: “La rigenerazione di uno strategico tronco stradale posizionato in un punto nevralgico del territorio comunale comporta per forza disagi a chi ci abita e a chi lo attraversa, ma sono convinto che questo progetto, che parte da molto lontano, cambierà in meglio il volto della città e la renderà più bella, più vivibile e più sostenibile”.

Tutti i dettagli sul Giornale di Seregno in edicola martedì 23 agosto.