Ville Aperte in Brianza: al via il primo weekend con 36 luoghi da scoprire. Già 3500 le prenotazioni, un risultato che segna un +6% rispetto allo scorso anno.

Ville Aperte in Brianza: al via il primo weekend con 36 luoghi da scoprire

Iniziato il conto alla rovescia per la 16° edizione di Ville Aperte in Brianza, manifestazione che quest’anno segna un +6% nelle prenotazioni, che a poche ore dal via sono già 3500. Tra i luoghi più richiesti ad oggi ci sono Villa Vittadini a Montevecchia che registra il tutto esaurito con 150 prenotazioni. Segue Villa Monastero a Varenna con 150 prenotati, mentre si confermano tra i preferiti anche l’Art Site a Briosco (100) e Palazzo Arese Borromeo con l’Antica Chiesa S. Stefano a Cesano Maderno. Novanta le prenotazioni per la Cappella Espiatoria a Monza, 80 per Villa Tittoni a Desio.

Tante aperture e novità

Sabato 15 e domenica 16 sarà il primo fine settimana di aperture con 36 luoghi e dimore da scoprire nelle province di Monza e Brianza, Como, Lecco, Milano e Varese.

Partiamo da Monza dove è già tutto esaurito per la sessione di visita per il Monza Eni Circuit. Da segnalare anche, sabato 15 settembre, il primo itinerario a tema della 16ª edizione di Ville aperte, “Modoetia, Un Borgo Medievale” che propone una passeggiata guidata nel centro storico di Monza, per rievocare il passato medievale della città, attraverso la storia degli edifici ancora oggi conservati. Dall’Arengario – antico palazzo comunale – alla torre dell’antica via del Sale (l’attuale via Lambro), dalla casa-torre dei Gualtieri al Pratum Magnum sede delle attività commerciali, fino al complesso monastico di Santa Maria in Strada, di cui si visiterà l’antico scriptorium.

Progetti speciali

Molti anche i progetti speciali. Il Comune di Vimercate e l’Associazione culturale Viaggiarepertutti, ad esempio, organizzano con la collaborazione di Progetto Yeah! – Cooperativa Sociale Quid, nelle giornate del 15-16 settembre, delle attività di formazione ad hoc per operatori nel settore culturale-turistico in tema di turismo accessibile, disabilità ed accoglienza di visitatori con esigenze specifiche. Per informazioni: www.museomust.it – 0396659488 – info@museomust.it

Leggi anche:  Anteas Seveso lancia l'allarme: attenzione ai finti volontari

Arte in primo piano

Sempre nel territorio brianzolo numerose le prenotazioni per la Reggia di Monza, che domenica 16 proporrà una visita guidata esclusiva a tutto il primo Piano Nobile. Partendo dalle raffinate Sale di Rappresentanza, tra le quali spiccano la Sala da Ballo, la Sala del Trono e la Sala à manger e che ancora oggi mantengono la veste decorativa settecentesca. La visita proseguirà negli Appartamenti Reali, al cui interno si possono ammirare alcuni arredi storici provenienti dalla Reggia e da altre residenze reali, tra cui il letto della Regina Margherita recentemente restaurato.
Per chi ama l’arte, saranno visitabili i Musei Civici di Monza – Casa degli Umiliati, che nella giornata di domenica 16 propongono “La tavolo dei famosi”. Una visita guidata per famiglie alla mostra “Mangiare con l’arte”, per scoprire le opere che rappresentano i pranzi e le cene più famosi della storia; al termine della visita ci sarà l’occasione per creare un menù personalizzato, con stampe antiche e opere presenti nelle civiche collezioni d’arte.

Sarà aperto il Mulino Colombo, un edificio di archeologia industriale perfettamente conservato dove si potrà ammirare la molazza, il torchio, il forno e altri interessanti macchinari di arte molitoria.

Tra mulini e giardini

Spostandoci nel caratese, a Briosco, sabato 15, sarà possibile scoprire come nasce il cotto lombardo con la visita alla Fornace Artistica Riva. Mentre a Cesano Maderno, domenica 16, sarà aperto al pubblico Palazzo Arese Borromeo, un grandioso complesso suburbano impreziosito da un vasto giardino storico all’italiana, costruiti intorno alla metà del XVII secolo ai margini del vecchio borgo medioevale di Cesano.