Vimercate: croce celtica nel giorno della Festa della Liberazione. La condanna di Articolo Uno “Temiamo che non siano solo episodi isolati”.

Croce celtica nel giorno della Festa della Liberazione: la condanna di Articolo Uno

“Per la seconda volta in pochi mesi, anche nel nostro territorio, si sono verificati atti provocatori ai danni di simboli della memoria antifascista. Il primo nei giorni precedenti alle celebrazioni dello scorso 2 febbraio ad Arcore, il secondo a Vimercate durante la celebrazione del 25 aprile.
Temiamo che non siano solo episodi isolati, in quanto si inseriscono in una preoccupante riattualizzazione delle manifestazioni che si richiamano al periodo della dittatura fascista in Italia”.

Sono le parole affidate ad un comunicato stampa emesso dalla sezione Vimercatese di  Articolo Uno, Movimento Democratico e Progressista. Il comunicato è nato dopo l’ultimo affronto alla memoria che ha scatenato a Vimercate l’ennesima polemica attorno alle celebrazioni della Festa della Liberazione.

Il fatto

Come ben spiegato in questo articolo, giovedì 25 aprile in via Pierino Colombo, uno dei martiri Vimercatesi trucidati nel 1945, è stata appesa ad una finestra una croce celtica, simbolo nel neofascismo, suscitando la dura condanna dell’Anpi e dell’Unione degli Studenti di Vimercate.

Leggi anche:  Nasce il Gruppo di Cammino Vimercatese

LEGGI QUI LE LORO DICHIARAZIONI 

Ora si aggiunge anche la presa di posizione di Articolo Uno che come forza della sinistra democratica e antifascista ci tiene a sottolineare che

“Deplora l’esposizione della bandiera con la croce celtica a una delle finestre della via dedicata al partigiano vimercatese Pierino Colombo; concorda con quanto affermato dall’ANPI locale richiedendo alle forze dell’ordine di identificare l’autore del gesto e infine chiede al Sindaco di Vimercate una presa di distanza pubblica dal fatto”.

Il movimento politico si rivolge infine a tutte le forze democratiche cittadine che si identificano nei valori costituzionali dell’antifascismo per “promuovere una iniziativa unitaria che ribadisca orgogliosamente la storia di Vimercate come città medaglia d’argento della Resistenza”.