Influenza: fino a 245 accessi al giorno al Pronto Soccorso. A Vimercate è emergenza.

245 accessi al giorno al Pronto Soccorso: è allarme influenza

Una media di 200 pazienti al giorno. Con  un picco registrato il 2 gennaio di 245 accessi al Pronto Soccorso.

A Vimercate è allarme influenza e il personale sanitario corre ai ripari predisponendo tutti gli interventi per far fronte al picco influenzale che si registra proprio in questi giorni in Brianza.

Nuovi posti letto

La direzione aziendale per far fronte all’aumento degli accessi causati principalmente da malattie cardiopolmonari, ha aumentato di 12 il numero dei posti letto e ha fatto “scattare” il Piano di Emergenza Intraospedaliera per il massiccio Afflusso di Feriti.
Ecco i dati degli accessi al Pronto Soccorso negli ultimi giorni:

  • 2 gennaio – 245 
  • 3 gennaio – 218
  • 4 gennaio – 208
  • 5 gennaio – 222
  • 8 gennaio – 213
  • 9 gennaio – 233
  • 10 gennaio – 218

Codici rossi e reparti sovraffollati

In questi giorni – fanno sapere da Vimercate – la media dei codici rossi è di 4 al giorno e si tratta principalmente di patologia legate ad insufficienza respiratoria.

In particolare il reparto di Medicina sta “viaggiando” con una media di 90 pazienti ricoverati, con picchi anche di 92 rispetto ai normali 70.
Superlavoro anche per la pneumologia dove i pazienti ricoverati superano i 50. Un lavoro quotidiano immenso se si considera anche il rapporto tra numero di posti letto del presidio ospedaliero di Vimercate e i ricoveri.

Leggi anche:  Benzinaio ferito nella rapina a Busto Arsizio, un fermato

In aumento rispetto allo scorso anno

Gli accessi in pronto soccorso nel 2016 sono stati 73.105 con una media giornaliera di 200 (+ 2,3% rispetto al 2015).
Quelli del 2017 superano i 74.000 (un migliaio in più rispetto allo scorso anno con una media giornaliera si attesta sui 203).  Per quanto riguarda il Pronto Soccorso pediatrico nei primi 11 mesi del 2017 ci sono stati 12.198 accessi con una media giornaliera di 37

Massimo impegno per l’emergenza

“L’attività nel Pronto soccorso è costantemente a livello di sovraffollamento sia nelle ore diurne che durante la notte – afferma il direttore generale Pasquale Pellino – Medici e infermieri stanno svolgendo la loro attività mettendo in campo il massimo impegno, prolungando le loro presenze in supporto ai colleghi ove le situazioni di criticità lo richiedano secondo procedure preventivamente stabilite. E sviluppando tutte le sinergie necessarie per una efficace risoluzione dei casi più complessi”.