I Carabinieri hanno arrestato a Roncello il compagno 45enne che ha preso a calci e pugni la donna. L’uomo era sotto l’effetto della cocaina.

La violenza del 45enne

L’allarme è scattato quando il genitore della donna, una 27enne che lavora come cassiera in un supermercato, ha cercato di chiamare la figlia al telefono. Dopo la prima chiamata andata a vuoto, al secondo tentativo la ragazza ha risposto senza però proferire alcuna parola. La donna per le botte subite aveva infatti la mascella completamente bloccata e non riusciva più a parlare oltre a non riuscire a muoversi dal materasso per allontanarsi dalla casa.

Calci e pugni alla compagna

Per entrare i Carabinieri sono dovuti passare dalla finestra. A terra, sopra un materasso in un lago di sangue, la 27enne. Nella stanza a fianco, seduto al tavolo, il compagno intento a fumare una sigaretta. Un dato quello della violenza contro le donne in costante crescita come docuemntato dalla Regione.

Oggi in edicola con il Giornale di Vimercate la storia completa sfogliabile anche online su pc, tablet e smartphone.