Litiga con il vicino e gli tira due fendenti con un coltello. Una banale lite condominiale ha rischiato di trasformarsi in tragedia. L’accoltellamento è avvenuto poco dopo la mezzanotte di martedì scorso in via Trieste a Limbiate.

Accoltellamento in strada tra vicini di casa

Un cittadino italiano di 25 anni, già noto alle forze dell’ordine, è finito in manette martedì notte a opera dei Carabinieri di Limbiate. Il giovane, L.M., è stato arrestato in flagranza per il reato di lesioni dolose ai danni di un vicino di casa.

Sul posto i Carabinieri di Limbiate

I militari di via Monte Grappa sono intervenuti prontamente sul posto in seguito alla segnalazione del violento litigio. Sul posto hanno trovato H.Z., 31enne di origini marocchine, ma da anni a Limbiate, sanguinante per una ferita al collo e una al braccio. Dopo gli accertamenti del caso, i Carabinieri hanno ricostruito che il 25enne aveva litigato con il vicino intorno alle 23. Poco dopo la mezzanotte l’aggressore si è armato di un coltello da cucina e ha raggiunto il 31enne, colpendolo due volte con violenza.

Leggi anche:  Compra droga davanti ai vigili fermato acquirente

L’arma ritrovata in casa dell’aggressore

Poco dopo i militari hanno effettuato una perquisizione dell’appartamento del 25enne, ritrovando l’arma usata per l’accoltellamento. Il coltello aveva addirittura la lama spezzata. Entrambe i soggetti sono stati trasportati al Pronto soccorso dell’ospedale di Garbagnate Milanese. Trenta giorni di prognosi alla vittima e dieci all’aggressore, colpito con un pugno all’occhio sinistro.